Facebook punta sull’ecommerce in India

Il colosso dei social network investe 5,7 miliardi di dollari nella principale società di telecomunicazioni indiana, Raliance Jio.

Il campus di Facebook a Menlo ParkIl campus di Facebook a Menlo Park (Foto: Gaia Berruto/Wired)

Facebook punta sull’India per estendere i suoi servizi digitali e lanciarsi nell’ecommerce. Il colosso dei social network ha annunciato un investimento da 5,7 miliardi di dollari per acquistare il 9,9% del colosso indiano Reliance Jio, il principale operatore di telecomunicazioni del paese e interamente controllato da Reliance Industries del miliardario Mukesh Ambani.

Con questa operazione Facebook entra così, con una quota importante, nell’azionariato di uno dei più grandi gruppi attivi nel settore internet e della comunicazione in India. Reliance Jio conta oltre 388 milioni di abbonati ai suoi servizi di connessione per la rete fissa e mobile soprattutto in 4G, ma ha anche recentemente dato vita a Jio Platforms, un servizio di ecommerce che sta iniziando a diventare popolare nel paese.

Proprio a questo settore sembra guardare con maggiore interesse il colosso di Menlo Park, che punta a integrare i servizi di pagamento attivi su WhatsApp con la piattaforma di shopping online dell’ecosistema Jio, favorendo così l’estensione della sua base di clienti e dei commercianti registrati. Del resto, proprio in India WhatsApp ha uno dei suoi maggiori mercati, con oltre 400 milioni di utenti, e sempre dall’India era partita nel 2018 la sperimentazione del servizio WhatsApp Pay, che consente di traferire denaro ed effettuare pagamenti digitali direttamente dall’app di messaggistica.

In particolare, l’integrazione dei servizi offerti dalla controllata di Facebook e il servizio di ecommerce indiano riguarderà più nello specifico la collaborazione su JioMart, una piattaforma di shopping digitale dedicata soprattutto a commercianti, piccole attività e negozi locali del territorio. Al momento, per esempio, JioMart è già la piattaforma di vendite online per molte attività nei dintorni di Mumbai, dove ha sede il colosso Reliance Jio, e cerca ora di espandersi in altre zone della nazione, come si legge su Fortune.

Nelle intenzioni della compagnia indiana, questo accordo servirà dunque a potenziare lo sviluppo tecnologico e digitale del paese. “Il nostro obiettivo saranno le 60 milioni di piccolissime, piccole e medie attività indiane, i 120 milioni di contadini, 30 milioni di piccoli commercianti e i milioni di piccoli e medi imprenditori, oltre a dare nuovi possibilità alle persone che cercano sempre nuovi servizi digitali”, fanno sapere in una nota da Jio Platforms.  

Dal canto suo, Facebook, oltre a estendere ulteriormente la sua base di utenti, guarda nella stessa direzione, con l’idea di creare nuove opportunità commerciali per oltre 60 milioni di attività medio piccole sparse in tutto il subcontinente. Inoltre, con l’integrazione dei servizi di WhatsApp e JioMart, il colosso dei social punta a “far sì che le persone possano connettersi con le attività, scegliere i prodotti e alla fine acquistarli in una sola esperienza mobile, si legge ancora nella nota dell’azienda californiana.

Ma i piani di espansione di Facebook nel mercato indiano dell’ecommerce non saranno certo facili. Più del 60% del settore dello shopping online nel paese è nelle mani di due colossi come Flipkart, controllata dal gigante americano Walmart, e Amazon, che in India è il secondo servizio più usato con una fetta di mercato pari al 31,2%, secondo le stime di S&P Global relative al 2018.

Fonte : Wired