Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 23 aprile: 464 morti, 2.646 nuovi casi

“Per la prima volta il numero dei dimessi supera il numero dei nuovi casi positivi” spiega il capo dipartimento della protezione civile Angelo Borrelli durante la conferenza stampa che presenta il nuovo bollettino con gli aggiornamenti sull’emergenza coronavirus in Italia.

Coronavirus, il bollettino del 23 aprile: andamento nazionale

  • Deceduti: 25.549 (+464, +1,8%)
  • Dimessi/Guariti: 57.576 (+3033, +5,6%)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 2.267 (-117, -4,9%)
  • Tamponi: 1.579.909 (+66.658)
  • Totale casi: 189.973 (+2.646, +1,4%)

Qui sotto i dati, suddivisi per regione, sui casi totali dei positivi dall’inizio dell’epidemia (vittime e guariti compresi). La variazione percentuale indica il numero dei nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore.

  • Lombardia 70.165 (+1.073, +1.6% )
  • Emilia-Romagna 23.723 (+289, +1.2%)
  • Veneto 16.881 (+143, +0.9%)
  • Piemonte 23.140 (+401, +1.8%)
  • Marche 5.952 (+28, +0.5%)
  • Liguria 7.049 (+131, +1.9%)
  • Campania 4.238 (+53, +1.3%)
  • Toscana 8.780 (+80, +0.9%)
  • Sicilia 2.926 (+43, +1.5%)
  • Lazio 6.054 (+79, +1.3%)
  • Friuli-Venezia Giulia 2.858 (+41, +1.5%)
  • Abruzzo 2.785 (+52, +1.9%)
  • Puglia 3.839 (+109, +2.9%)
  • Umbria 1.362 (+5, +0.4%)
  • Bolzano 2.435 (+19, +0.8%)
  • Calabria 1.069 (+9, +0.8%)
  • Sardegna 1.254 (+7, +0.6%)
  • Valle d’Aosta 1.096 (+1, +0.1%)
  • Trento 3.727 (+81, +2.2%)
  • Molise 284 (nessun nuovo caso)
  • Basilicata 356 (+2, +0.6%)

Coronavirus, le ultime notizie

In Lombardia si registrano 1.073 nuovi casi di pazienti positivi al coronavirus che porta il totale a 70.165. Duecento i decessi che porta il totale in regione a 12.940 morti. Buone notizie sul fronte dei ricoveri con 500 pazienti in meno in ospedale e 27 posti in meno impegnati in terapia intensiva. Attenzione in particolare a Milano dove si registrano 7.221 positivi (+105).

In Emilia Romagna si contano 289 nuovi casi ma buone notizie arrivano dagli ospedali con il continuo calo dei ricoveri. 65 i decessi che portano a 3.269 il triste computo dei morti in regione

In Veneto le persone in isolamento sono scese a 9533, ben 381 in meno rispetto a ieri, a fronte di 16881 positivi. In totale sono 1329 i pazienti Covid ricoverati negli ospedali, 39 in meno rispetto a ieri, così come quelli in terapia intensiva calati a 140, 23 in meno.  Come segnala il governatore Zaia sono 2316 i pazienti dimessi, 84 in più. Rimane  purtroppo alto invece il numero di decessi: in ospedale sono stati 1008, 19 in più, e 1206 in totale dal 21 febbraio. 

In Friuli Venezia Giulia i casi accertati positivi sono 2.858, con un incremento di 41 unità rispetto a ieri. Sono purtroppo 10 i decessi in più rispetto alla comunicazione di ieri, che portano a 256 il numero complessivo di morti da Covid-19. Sono 18 i pazienti che attualmente si trovano in terapia intensiva, mentre i ricoverati in altri reparti risultano essere 138 e le persone in isolamento domiciliare sono 979.

In Toscana per il terzo giorno consecutivo i nuovi casi sono meno di 100: si registrano infatti 80 nuovi casi di positività al coronavirus che portano a 8.780 il numero complessivo dei contagiati dall’inizio dell’emergenza epidemiologica. Si registrano purtroppo anche 18 nuovi decessi: 12 uomini e 6 donne con un’età media di 81,9 anni.

Nel Lazio si segnalano 4.486 attualmente positivi al Covid-19 di cui 2.915 in isolamento domiciliare, 1.385 ricoverati e 186 in terapia intensiva. Salgono a 375 i pazienti deceduti e a 1.193 le persone guarite. Sono 79 pertanto i nuovi casi nella regione che vede il contatore da 5 giorni sotto quota 100.

In Abruzzo si registra un aumento di 52 casi che portano a 2785 i pazienti covid positivi in regione, diagnosticati dai test eseguiti nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, dall’Istituto Zooprofilattico di Teramo e dall’Università di Chieti. Salgono pertanto a 322 i pazienti ricoverati in ospedale (+11 rispetto a ieri) mentre scendono a 31 i ricoveri in terapia intensiva (-4 rispetto invariato rispetto a ieri). In isolamento domiciliare 1747 (-17 rispetto a ieri), mentre salgono a 280 pazienti deceduti (+4 rispetto a ieri). Con 56 nuove guarigioni salgono a 405 i pazienti che hanno superato la malattia (215 che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici e 190 che hanno cioè risolto i sintomi dell’infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi).

In Campania sono 5 le persone affette da coronavirus decedute nella giornata di ieri, mercoledì 22 aprile che porta il totale dei deceduti in Campania dall’inizio dell’emergenza a332. In aumento i guariti, 928 (+68).

In Calabria sono risultate positive 1.069 persone (+9 rispetto a ieri), 76 i morti in totale.

In Sardegna salgono a 1.254 (+7) i casi di positività al virus Covid-19. I pazienti ricoverati in ospedale sono in tutto 110, di cui 20 in terapia intensiva, mentre 707 sono le persone in isolamento domiciliare. Due nuovi decessi portano i morti nell’isola a 98, mentre sono 339 le persone guarite. 

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Coronavirus, quante sono (davvero) le persone sottoposte al tampone

Uno dei dati più importanti del bollettino è quello relativo ai tamponi eseguiti, eppure tra i test eseguiti e i pazienti davvero testati c’è una differenza sostanziale: ne parliamo in questo articolo con alcuni grafici esemplificativi. 

Coronavirus, le regole per tornare al lavoro: “Lavoratori potranno essere ricollocati”

Fonte : Today