Apple medita di cambiare il “cuore” ai computer Mac entro il 2021. Con i nuovi chip dell’iPhone

Un’altra svolta hardware è in arrivo in casa Apple. Secondo un’indiscrezione riportata da Bloomberg, il colosso di Cupertino ha in programma di vendere i suoi Mac – dai laptop ai desktop, al momento carrozzati con gli Intel di ultima generazione – con a bordo i propri processori. E questo entro il 2021. Si tratterebbe di un’evoluzione dei chip attualmente utilizzati nei suoi iPhone e iPad. Al momento gli ingegneri Apple starebbero lavorando su tre processori per i computer della Mela basati sul chip A14 bionic destinato al prossimo iPhone. Un “motore” che dovrebbe garantire il 25 per cento di prestazioni in più dell’attuale A13.

Apple ha iniziato a utilizzare i processori Intel nel 2006, e nel giro di un anno tutti i computer Mac integravano i chip dell’azienda di Santa Clara. Una collaborazione decisamente proficua. Prima della rivoluzione Intel, in casa Apple i computer (a quei tempi non esisteva ancora l’Phone) montavano processori PowerPC (dove PC stava per di performance computing): si trattava di un’architettura di microprocessori denominata RISC nata nel 1991 dall’alleanza Apple-IBM-Motorola.

Prodottiche le consente di fare a meno di Qualcomm per prodursi modem necessari per la nuova generazione di cellulari che si agganceranno alle reti 5G in tutto il mondo. E, naturalmente, non dover ricorrere a prodotti cinesi.
Fonte : Repubblica