Nemi: giunta senza donne, l’opposizione scrive al prefetto

In questi tempi di emergenza sanitaria, la politica locale passa in secondo piano, ma il piccolo comune di Nemi che ha il record positivo di avere il minor numero di contagi da Coronavirus, vanta anche un record negativo. Da oltre un mese la giunta comunale è con il freno a mano tirato per la mancanza di una componente femminile dopo le dimissioni della vice-sindaca Eddy Palazzi.

I consiglieri di opposizione del gruppo “Ricomincio da Nemi”, Carlo Cortuso e Patrizia Corrieri, hanno scritto al Prefetto per cercare di sbloccare lo stallo amministrativo: Un mese fa abbiamo presentato una mozione per chiedere al sindaco Bertucci di ripristinare la giunta comunale secondo il regolamento e di ritirare le delibere illegittime – spiegano i due consiglieri – Ad oggi, nulla è cambiato: dopo 5 settimane dalle dimissioni di Edy Palazzi e nonostante l’esplicito richiamo del segretario comunale Massimiliano Fulli, il sindaco non ha ancora nominato alcun assessore e la giunta illegittima, composta da Bertucci e Pazienza, continua imperterrita a deliberare”. 

“Ci siamo rivolti al Prefetto di Roma, al quale abbiamo posto il problema dell’agibilità politica e democratica che il Sindaco di Nemi Alberto Bertucci non è in grado o non è nelle condizioni di garantire. Abbiamo chiesto il suo intervento perché nel nostro comune vengano ripristinate le elementari regole della democrazia, cominciare dal ripristino della giunta e la convocazione del consiglio comunale”.

“A nulla è servito fare appello a tutti i consiglieri di maggioranza: ormai siamo in piena paralisi politica e amministrativa, a Nemi viviamo un’emergenza democratica!”.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Fonte : Roma Today