Nasa, la “moneta d’argento” nella astronomica del giorno

Si chiama, in gergo astronomico, “NGC 253” ed è una delle galassie a spirale più luminose visibili nel cosmo, ma anche una di quelle dotate di più polvere interstellare, quel complesso di piccole particelle di materia che, assieme ai gas, è contenuto nel mezzo interstellare, lo spazio tra le stelle all’interno delle galassie. Dagli esperti è soprannominata, per la sua forma e i suoi colori come “moneta d’argento” ma è più formalmente conosciuta come la Costellazione dello Scultore per la sua posizione all’interno dei confini della costellazione meridionale dello Scultore. Oggi, 14 aprile, la galassia è protagonista della Astronomy Picture of the Day (APOD), iniziativa della Nasa che ogni giorno premia uno scatto e ne sottolinea la particolarità.

Una fonte di raggi X e gamma

“NGC 253”, nella foto di Robert Gendler e Roberto Colombari, appare in tutta la sua maestosità: si tratta del più grande ed esteso elemento della costellazione dello Scultore, la cui distanza dalla Via Lattea è stimata dagli esperti in 11,4 milioni di anni-luce. Oltre alle sue spirali, nubi di polvere interstellare nello scatto premiato dall’Agenzia Spaziale Americana sembrano sollevarsi da un disco galattico intrecciato con giovani ammassi stellari. “NGC 253”, dove due stelle gialle di ottava grandezza appartenenti alla nostra galassia si osservano sul lato sud dell’oggetto, è anche noto per essere una significativa fonte di raggi X e raggi gamma ad alta energia, probabilmente, ipotizzano gli astronomi, a causa di enormi buchi neri presenti nei pressi del centro della galassia.  

La galassia “NGC 253” (NOAJ: Subaru, NASA & ESA: Hubble, ESO: VLT & Danish 1.5-m)

Gli esperti italiani

Quella di Roberto Molinari, è l’ultima di una serie di fotografie di esperti italiani che si sono aggiudicati il prestigioso riconoscimento della Nasa. Il 30 gennaio scorso la foto “Two Clusters and a Comet” che ritrae la cometa PanSTARRS (chiamata anche C / 2017 T2) in un’immagine composita che rappresentata le tre posizioni occupate dal corpo celeste nelle notti dei giorni precedenti, era stata scattata da Rolando Ligustri, esperto astrofilo che osserva il cielo dal 1974 e segue le comete sin dal 1986. Nello scatto che si era aggiudicato l’Apod del giorno, è possibile vedere la cometa, scoperta nel 2017 mentre era ancora oltre l’orbita di Saturno, intenta ad attraversare un campo stellare nei pressi della costellazione di Perseo.  

Nasa, italiana la “foto del giorno” d...

Nasa, italiana la “foto del giorno” d...


Fonte : Sky Tg24