Milano, inquilini di un condominio allontanano famiglie abusive: avevano occupato 2 appartamenti

Due famiglie rom sono state “sfrattate” dagli appartamenti occupati abusivamente di una palazzina in via Graf 22, a Milano, grazie all’intervento della restante parte di inquilini, circa 50, tutti in regola. Le tensioni sono iniziate verso le 17 di oggi pomeriggio, martedì 21 aprile, quando dopo un diverbio, come spesso accadeva tra le famiglie regolari e quelle abusive, i condomini hanno affrontato le famiglie che avevano occupato gli appartamenti al piano rialzato.

Famiglie allontanate dopo l’intervento dei carabinieri

L’accesa discussione ha portato i due gruppi ad avvicinarsi a tal punto da rischiare di deflagrare in rissa, se non fosse stato per l’intervento dei carabinieri del nucleo Radiomobile che sono riusciti a sedare gli animi. Le due famiglie abusive, una delle quali ha otto figli a carico e l’altra due, sono state allontanate. Salite sui rispettivi camper, hanno lasciato l’abitazione tra la soddisfazione degli altri inquilini. Secondo quanto filtrato, in quella palazzina l’Aler, proprietaria dell’intero edificio, ha avviato la regolarizzazione degli inquilini al suo interno. Le due famiglie rom aveva occupato due dei cinque appartamenti attualmente liberi.

Aler a rischio default a causa dell’emergenza Coronavirus

L’emergenza Coronavirus, intanto, potrebbe mettere a dura prova il già precario sistema della case popolari di Milano. A causa della crisi economica in arrivo, infatti, migliaia di famiglie non potranno più permettersi di pagare l’affitto e questo inciderà ulteriormente sui disastrati bilancio di Aler, l’azienda lombarda per l’edilizia residenziale controllata dalla Regione. Per questo le forze di opposizione chiedono un piano straordinario di aiuti ai nuclei in difficoltà.

Fonte : Fanpage