Chi fa jogging deve mantenere una distanza di 10 metri. Uno studio

Per evitare la trasmissione del coronavirus, chi fa jogging o va in bicicletta dovrebbe mantenere un distanziamento sociale di una decina di metri: non bastano infatti, a sentire un nuovo studio, il metro e mezzo/due consigliati quando si sta fermi.

Un gruppo di scienziati della Eindhoven University of Technology e dell’Università di Lovanio ha infatti scoperto, scrive la Bbc, che il rischio maggiore è nella scia. Perché quando si è in movimento, respirando si lascia una scia di goccioline di saliva che rimangono depositate nell’aria: chi sta dietro attraversa dunque una nuvola di goccioline in cui puo’ rimanere contagiato.

Sulla base dei risultati, gli scienziati consigliano dunque a chi è in movimento un maggiore distanziamento: chi cammina dovrebbe mantenere una distanza di almeno quattro metri, chi corre 10 metri e i ciclisti almeno 20 metri. Nei giorni scorsi, a Parigi è stato vietato fare sport durante le ore diurne proprio per evitare il maggior affollamento. 

Fonte : Agi