Godzilla vs Kong, il crossover del MonsterVerse promette meraviglie

L’insuccesso di Godzilla II: King of the Monsters ai botteghini mondiali ha spinto la Warner Bros. e la Legendary Pictures a posticipare l’atteso Godzilla vs Kong, crossover del loro MonsterVerse. Sarebbe infatti dovuto uscire questa primavera, il 29 maggio, ma per migliorarne la spettacolarità e la struttura narrativa gli studios hanno optato per dei reshoot e una rielaborazione evidentemente marcata della post-produzione. Poco male, dato che con il senno di poi si è rivelata persino una mossa lungimirante, guardando alla situazione delle problematiche legate al Coronavirus, anche se di fatto anche i lavori sul film diretto da Adam Wingard sono al momento fermi a causa del lockdown americano.

Non è chiaro quando sarà possibile tornare alacremente a occuparsi del progetto, specie perché gli Stati Uniti sono in piena fase di crescita esponenziale dell’epidemia, eppure la Warner non ha spostato ancora la data d’uscita di Godzilla vs Kong, dimostrando fiducia tanto nei confronti del film quanto nel rientro della fase più acuta della Pandemia. Non possiamo esserne che felici e sperare che tutto resti così com’è, soprattutto perché il monumentale crossover del MonsterVerse promette davvero meraviglie.

Kaiju, asce e armature

In molti si augurano che Godzilla vs Kong possa perdere quel focus così pressante e superficiale sui personaggi umani visto in Godzilla II e tornare a un divertissement di genere come quello di Kong: Skull Island, decisamente più riuscito. Si tratta di nodi di sceneggiatura che non possiamo purtroppo slegare prima del tempo, e di mezzo c’è anche la visione e il tocco del regista scelto per pilotare una nave cinematografica tanto ingombrante, ma stando alle parole di Wingard sembra che i primi test screening del film siano andati magnificamente. Lo ha rivelato sommessamente lui stesso via social, descrivendo la giornata delle proiezioni di prova come “grandiosa“, e immaginiamo che sia andata davvero così, altrimenti nessuno lo avrebbe gridato su Instagram.
Andando oltre ci sono comunque due star del film che lo hanno anticipato come un lavoro “molto divertente” e “uno scontro tra due mondi“, per l’esattezza Rebecca Hall ed Eiza Gonzalez.

La fanbase dei due mostri è incredibile e questo rende già di per sé il crossover molto atteso, le due interpreti hanno inoltre suggerito come gli appassionanti “non ne rimarranno affatto delusi“, con la seconda che ha persino lodato il talento di Adam Wingard, dando una prima traccia della sceneggiatura. Stando alle parole dell’attrice, le storia dell’Universo di Godzilla e quella dell’Universo di King Kong procederanno per un po’ su binari separati, parallelamente lungo una parte (non sappiamo quanto ancora corposa) del film, per poi arrivare a intersecarsi e dare inizio al vero e mastodontico spettacolo. La Gonzalez tira anche in ballo “la centralità di due ragazzine e il messaggio che vogliono trasmettere“, dove immaginiamo che una delle due sia la Madison Russell di Millie Bobby Brown.

Oltre agli umani protagonisti, l’interesse maggiore va però ricercato nei due Titani, i titolari del crossover. Di loro sappiamo che Godzilla è ormai divenuto il Re dei Mostri, l’Alpha, dove aver sconfitto King Ghidorah, mentre Kong dovrebbe essere invecchiato sulla sua amata Skull Island tra una battaglia con uno Strisciateschi e un altro. Sembra per giunta che proprio l’Isola sia la culla dei Titani, come preannunciato nei post-credit di Godzilla II, e forse tornerà a essere centrale nel film.

Detto questo, l’esagerazione non dovrebbe mancare, guardando ad esempio alle immagini dei giocattoli leaked che mostrano un Godzilla ricoperto da un’armatura contenitiva in un look rosso vivo, probabilmente atta a direzionarne meglio i poteri atomici. In misura uguale, Kong è munito di un’asciafatta in casa” con dei tronchi d’alberto e delle pietre levigate e appuntite. In mano al Re dei Primati, un’arma eventualmente micidiale.

Ultima ma non meno importante è anche la presenza di nuovi Kaiju dopo quelli già visti in King of the Monsters, e in particolare di uno, Nozuki, del tutto inedito e che sembra non comparire neanche nella lista di kaiju dei Godzilla. Appare come un mix tra un drago, un pipistrello e una sanguisuga e appare come un nemico viscido e pericoloso grazie alla sua capacità di volare. E anche se le dimensioni sembrano ridotte rispetto a quelle di Godzilla e Kong, la verità è che la sua massa si sviluppa in lunghezza e apertura alare, dunque da non sottovalutare. Potrebbe addirittura essere il nemico da affrontare insieme per i due Titani titolari del crossover, anche se dovremo aspettare anche qualche mese per fugare ogni dubbio.

Fonte : Everyeye