Quando Leonardo Di Caprio incoraggiò un giovanissimo Zac Efron

Nacque ad una partita dei Los Angeles Lakers l’amicizia tra Leonardo Di Caprio e Zac Efron: era il 2008 e Leo era già una star indiscussa reduce da successi come The Departed e Blood Money, mentre l’altro era l’idolo delle ragazzine grazie ad High School Musical.

A raccontarlo è lo stesso Zac Efron, che ricorda: “Lui aveva il suo cappellino calato sugli occhi e quando la palla è andata dall’altra parte del campo, mi ha detto: ‘Hey, facciamo colazione domani’. Ho detto subito di sì e lui ha scritto il suo numero di telefono e me lo ha dato”.

Colazione a casa Di Caprio per Zac Efron, che ovviamente non perse l’occasione per chiedere qualche consiglio ad una star che, nelle fasi iniziali della sua carriera, aveva vissuto situazioni molto simili a quelle che toccavano a lui in quegli anni: “In quel momento avevo a che fare con una presenza fin troppo ingombrante dei paparazzi nella mia vita. E lì, vicino a lui… ‘Come hai fatto a gestire tutto questo per così tanto tempo?’ […] Mi ha detto che la sua esperienza era stata un po’ diversa. Ogni volta che uscivo dal vialetto di casa mia avevo 10 macchine che mi inseguivano. Con lui non erano così tante. E ha ammesso che era una cosa da pazzi“.

Il buon Leo, comunque, non esitò ad incoraggiare quel giovane collega agli albori della sua carriera ad andare avanti: “Lui mi ha guardato e mi ha detto: ‘Non preoccuparti, vai bene così’. Ho davvero apprezzato molto che abbia speso del tempo per me, mi ha fatto stare bene“. ha concluso l’ex-star della Disney.

Di recente, intanto, c’è stato qualche problema per uno dei film più apprezzati di Di Caprio: una campagna partita su Kickstarter, infatti, vorrebbe rimuovere il ratto dall’ultima scena di The Departed. Qui, invece, trovate la nostra recensione di The Departed.

Fonte : Everyeye