Coronavirus: morto un dipendente Ama, capo operaio dello stabilimento di Rocca Cencia

È morto il capo operaio dell’autorimessa di Ama dello stabilimento di Rocca Cencia, ricoverato da metà marzo dopo essere risultato positivo al coronavirus. L’uomo, 54 anni, è la prima vittima della municipalizzata capitolina dei rifiuti. Un’altra tragica notizia che scuote il Comune di Roma e i suoi lavoratori, a un giorno dal decesso di un altro dipendente comunale, Aulo Mechelli, responsabile dell’Ufficio anagrafe, dopo 16 giorni di ricovero in terapia intensiva.

“È una notizia straziante, quella ricevuta stamattina, sul decesso del collega di Rocca Cencia, il Coa risultato per primo contagiato in Ama – scrivono in una nota Fp Cgil, Fit Cisl e Fiadel Ama spa – non si può strumentalizzare questa tragedia, ma bisogna comprendere quanto grave e drammatica sia questa fase. Esprimiamo il nostro cordoglio alla famiglia e ai colleghi”

Parole di vicinanza arrivano subito appena appresa la notizia anche dall’amministratore unico di Ama Stefano Zaghis. “Ho voluto immediatamente chiamare la moglie del nostro collega, tra l’altro padre di due figli, per esprimere tutto il cordoglio e tutta la vicinanza possibile, sia a titolo personale sia a nome dell’azienda che rappresento. In questo momento più che mai Ama è una piccola grande comunità di donne e uomini che idealmente si stringono attorno alla famiglia, ai colleghi più stretti e agli amici”. 

Così lo salutano i colleghi del gruppo Lila su Facebook. “Oggi a Rocca Cencia e in Ama si piange e si prega per la perdita del nostro collega Ezio. Oltre il dolore, c’è incredulità, rabbia, paura e ansia per l’altro C.O.A. Claudio, ancora in terapia intensiva. Un abbraccio affettuoso da parte di tutti noi ai suoi due figli e a sua moglie”.

[embedded content]

La vittima era ricoverata allo Spallanzani da oltre 20 giorni e già assente dall’azienda per malattia dal 9 marzo. Da tempo lavorava per la partecipata, 27 lunghi anni al servizio dell’azienda, attualmente svolgeva il ruolo di preposto di autorimessa presso lo stabilimento aziendale di Rocca Cencia.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Da inizio pandemia tra i dipendenti dell’azienda sono stati resi noti tre casi positivi al covid-19. Un collega del 54anni deceduto oggi, sempre impiegato a Rocca Cencia, e un autista dello stabilimento di Ponte Malnome in quarantena domiciliare. Mentre nella partecipata gemella Atac, l’azienda del trasporto pubblico locale, sono 7 i casi positivi al coronavirus. A renderlo noto Cristiano Ceresatto, responsabile del personale. Altre 50 invece si trovano in quarantena domiciliare cautelativa. 
 

Fonte : Roma Today