Caso Johnny Depp, Amber Heard potrà fornire prove di violenza domestica a porte chiuse

Amber Heard avrà la possibilità di fornire a porte chiuse le prove di presunte violenze subite dal suo ex marito Johnny Depp. È stato infatti stabilito, grazie al lavoro dei suoi avvocati, che non dovrebbe essere costretta a esporsi davanti ai media.

La Heard è stata citata in giudizio dalla star di Pirati dei Caraibi per diffamazione, dopo aver raccontato al Sun di aver subito violenze domestiche. Ma gli avvocati di Depp hanno affermato che la donna abbia usato affermazioni “salaci” per attirare l’attenzione sul caso, mettendo peraltro in dubbio il suo desiderio di fornire prove senza giornalisti nella stanza.

David Sherborne, legale di Johnny Depp, ha infatti sottolineato come la donna “non avesse cercato l’anonimato, al contrario”. Inoltre, ha dichiarato che le accuse di Amber Heard sarebbero cadute in quanto “bugie vere” e che avrebbero dovuto essere esaminate con molta attenzione. E ancora, Sherborne ha affermato che la donna, identificandosi come una delle principali sostenitrici del movimento #MeToo e avendo partecipato a manifestazioni pubbliche contro la violenza sessuale, non avrebbe potuto chiedere la privacy nel momento in si sarebbe trovata a fornire prove.

Infine, riferendosi all’imputato, ha aggiunto: “Johnny Depp si trova in una posizione terribile. Si dice pubblicamente che abbia commesso violenza sessuale, ma le prove del reato saranno ascoltate a porte chiuse.”

Il giudice, tuttavia, non è sembrato dello stesso parere. Avrebbe infatti dichiarato: “Le questioni che verranno trattate sono di un ordine diverso da quello che è stato reso pubblico finora. Sono soddisfatto che ci siano buoni motivi per trattarle in modo differente.”

Nel caso in cui foste suoi fan, ecco i film di Johnny Depp da rivedere. D’altronde la vita e la carriera di Johnny Depp, tra eccessi e difetti, rendono il protagonista di Pirati dei Caraibi un attore davvero unico nel suo genere.

Fonte : Everyeye