L’ex rugbista Christophe Pras è morto a 35 anni: aveva il Coronavirus

Il mondo del rugby piange la scomparsa di Christophe Pras. L’ex rugbista si è spento a 35 anni per le conseguenze del Coronavirus dopo pochi giorni di ricovero. Ad ufficializzare la notizia è stato l’FC Grenoble Rugby, club che milita nel massimo campionato francese. Dopo aver chiuso la sua avventura in campo, Pras aveva intrapreso la carriera da allenatore, guidando anche le Giovanili della formazione transalpina

L’ex rugbista Christophe Pras è morto a 35 anni, aveva il Coronavirus

Il Coronavirus miete un’altra vittima nello sport. Christophe Pras è morto a soli 35 anni per le conseguenze del Coronavirus. L’x campione di rugby era risultato positivo pochi giorni fa, e subito era stato ricoverato in a Bourgoin-Jallieu in terapia intensiva. Le sue condizioni di salute però sono peggiorate drasticamente in tempi brevissimi, e diversi club in cui ha militato sia da giocatore che da allenatore hanno annunciato il suo decesso, dedicandogli un doveroso tributo. L’FC Grenoble in particolare ha voluto dedicare un pensiero a tutta la famiglia di Pras: “L’FC Grenoble Rugby vorrebbe inviare le sue più sincere condoglianze a sua moglie, a due figli, nonché a tutta la sua famiglia e ai suoi cari”.

Chi era Christophe Pras, la sua carriera

Christophe Pras nella sua carriera, non lunghissima ha militato nel CS Vienne e CS Bourgoin-Jallieu, SO Chambéry, SO Voironnais e Bièvre Saint-Geoirs RC. Una volta appesi gli scarpini al chiodo, Pras non ha abbandonato la palla ovale, mettendo la sua esperienza al servizio delle squadre giovanili: prima ha guidato ‘lRC Saint-Jeannais (Saint-Jean-de-Bournay) al fianco di Nicolas Cuny, con il quale è stato campione del Lyonnais Honneur nel 2016 prima di unirsi al Fédérale 3, poi al Bièvre come riportato da Le Dauphine. La sua ultima esperienza professionale alle Giovanili del Grenoble dove ha lasciato un segno indelebile

(in aggiornamento)

Fonte : Fanpage