Bolivia, dallo spazio un curioso paesaggio a forma di cuore.

Copernicus Sentinel-2, missione coordinata dall’European Space Agency (ESA) che comprende una costellazione di due satelliti orbitanti e cerca di monitorare la variabilità delle condizioni della superficie terrestre, ha catturato un’immagine davvero particolare. Lo scatto, effettuato lo scorso 26 gennaio, ritrae una curiosa formazione geografica a forma di cuore, situata nella zona dell’altopiano meridionale della Bolivia.

Un’area molto estesa

L’area, come spiega nel dettaglio anche il sito di Esa, fa parte dell’Altiplano, una regione molto estesa di quasi 1.000 km che si staglia dal Perù alla Bolivia. Il paesaggio è costituito da una serie di bacini situati a circa 3.500 metri sopra il livello del mare. La particolarità di questa zona è che è influenzata paesaggisticamente dal deserto che si trova ad ovest e dalla foresta tropicale, ad est. La formazione fotografata dai satelliti, molto somigliante ad un cuore, è stata modellata nel corso degli anni da numerosi strati di diverse formazioni geologiche. I corsi d’acqua e i fiumi, visibili nella foto, hanno inoltre contribuito a modellare definitivamente il paesaggio così come si presenta in questa fotografia.

L’area fotografata dallo spazio (ESA/CC BY-SA 3.0 IGO)

L’utilizzo di bande spettrali

L’immagine, sottolineano gli esperti, è stata elaborata selezionando bande spettrali che possono essere utilizzate per classificare caratteristiche geologiche. Nella descrizione dello scatto, Esa spiega come si possa identificare Sucre, la capitale del Dipartimento di Chuquisaca, visibile nella parte superiore dell’immagine, in grigio. Scelta dall’Unesco come luogo patrimonio dell’umanità, questa città sorge ad un’altitudine di circa 2.800 metri sul livello del mare. A sinistra di essa è visibile, inoltre, il cratere di Maragua, meta abbastanza popolare per le escursioni degli appassionati.

L’azione dei satelliti

I satelliti come Copernicus Sentinel-2, spiegano ancora gli specialisti, danno modo di acquisire immagini incredibili e mozzafiato scattate dallo spazio, proprio come questa, ma consentono anche di monitorare i vari cambiamenti che riguardano i più disparati luoghi della Terra. I satelliti, che passano ad oltre 800 km di altezza rispetto al suolo terrestre, sono un occhio importante per seguire le evoluzioni geografiche del nostro pianeta, acquisendo sistematicamente immagini e misurando i cambiamenti in atto, fattore importante specie in regioni della Terra a cui è più difficile arrivare. Questa possibilità consente anche di prendere decisioni utili ad aiutare a proteggere il nostro pianeta.  

Coronavirus, Wuhan è un deserto nelle...

Coronavirus, Wuhan è un deserto nelle...


Fonte : Sky Tg24