Le scene dei film più amate dagli attori. QUIZ

Hanno interpretato numerose pellicole di successo, ma non tutte le scene che hanno girato li hanno appassionati. Ecco svelati i momenti delle riprese più amati dai loro stessi interpreti. GIOCA CON NOI E RISPONDI AL QUIZ

Per Samuel L. Jackson è il finale di Pulp Fiction. Per Maisie Williams sono gli ultimi attimi di vita si Ned Stark. Gli attori sono abituati a ricoprire i ruoli più svariati e non si appassionano certo a ogni personaggio a cui prestano il volto. Tutti, però, hanno girato almeno una scena che gli è rimasta nel cuore.

Samuel L. Jackson e il finale di Pulp Fiction

L’attore è tra i nomi più altisonanti di Hollywood e nel corso della carriera ha interpretato numerose pellicole di successo, da Die Hard – Duri a morire a Bastardi senza gloria, passando per il Marvel Cinematic Universe nel ruolo di Nick Fury. La scena che ha preferito riguarda il cult Pulp Fiction. Nel film di Quentin Tarantino del 1994, Jackson è il criminale Jules Winnfield: la star dice di essere affezionata alla scena in cui il suo personaggio cerca un’improbabile redenzione mentre è coinvolto, ormai senza scampo, in una rapina. 

Maisie Williams e l’addio a Ned Stark

Arya Stark che assiste all’esecuzione del padre Ned: è questo il ciak di cui va maggiormente fiera Maisie Williams nel corso della lunga carriera sul set de Il Trono di Spade. La scena, che sembra ambientata in un luogo affollato, è stata in realtà girata di prima mattina, in una piazza vuota: “Ripensandoci ora – dice la Williams – farei davvero fatica a immaginare cose false come quelle. Ho avuto una fervida immaginazione! Sono stata in grado di convincermi che stavano per accadere cose terribili, davanti a tutti”. 

Jack Gleeson, addio Trono di Spade

Jack Gleeson è l’odiato Joffrey Baratheon, il giovane tiranno dalle mani sporche di sangue che siede sull’ambito trono. La scena preferita dell’attore, però, non riguarda qualcuna delle imprese più malvagie di Joffrey: Gleeson non può dimenticare il momento in cui il suo personaggio, già passato a miglior vita, giace accanto ai genitori, che sono fratelli gemelli, mentre fanno sesso. 

Simon Quarterman di Westworld è nudo!

Recitare senza veli in Westworld è stata “la cosa più liberatoria che abbia mai fatto”, dice Simon Quarterman . All’interno della serie HBO (in onda ogni lunedì su Sky Atlantic con la terza stagione), l’attore interpreta Lee Sizemore, che gestisce la narrativa del parco, scrivendo le storie degli androidi. Durante la seconda stagione, uno dei robot ribalta le carte in tavola e lo costringe a spogliarsi, lasciando la star del tutto senza veli. A lui pare sia piaciuto assai.

L’esordio di Roman Griffin Davis in Jojo Rabbit

La satira sul nazismo è piena di scene memorabili. Roman Griffin Davis è il protagonista della pellicola, un giovane nazista più ingenuo che crudele, soprannominato Jojo Rabbit da altri membri della Gioventù Hitleriana per non essere riuscito ad uccidere un coniglio. Per lo sprovveduto protagonista, il tiranno è un migliore amico immaginario, almeno fino a quando non riesce a comprendere l’orrore della causa nazista. Ed è qui che si svolge la sua scena preferita di Davis, al suo debutto cinematografico, quando Jojo prende a calci Hitler, maledicendo il dittatore. 

Keir Dullea punta su Stanley Kubrick

2001: Odissea nello spazio è il film dal maggior incasso del 1968. Nel dramma di fantascienza Keir Dullea veste i panni di David Bowman, uno dei due astronauti che vorrebbero disattivare l’intelligenza artificiale di HAL 9000, il computer che supervisiona l’attività dell’astronave Discovery One. Ricordate quando David smantella il “cervello” di HAL? É un momento cruciale: “Emotivamente – dice l’attore – quella è stata la scena più interessante del film per me. Non è necessariamente la più spettacolare, ma per me trovare le emozioni interiori per restituire sullo schermo un ruolo simile è stato complicato”.

RISPONDI AL QUIZ: Riconosci il film dalla scena?

(se non visualizzi il contenuto interattivo CLICCA QUI)

Fonte : Sky Tg24