Via Ardeatina, il passaggio dei tir non è inevitabile: approvato l’ampliamento d’una strada alternativa

La notizia è stata annunciata dal Sindaco di Pomezia Fabio Fucci. Ma le sue ripercussioni si faranno avvertire ben oltre i confini del comune pontino. La Città Metropolitana ha deliberato l’accordo di programma che prevede l’ampliamento e la messa in sicurezza di via Valla Caia.

La possibile svolta

La novità potrebbe avere conseguenze importanti sui territori più periferici del Municipio IX. Da anni, in particolare nel quadrante di Falcognana, ci sono residenti che chiedono, con alterne fortune, di bloccare il passaggio dei mezzi pesanti. La soluzione del problema sembra arrivare, in maniera anche inattesa, dalla città di Pomezia.

L’ampliamento di via Valle Caia

“Il progetto originario, conosciuto come TAV – ha spiegato il Sindaco pontino Fabio Fucci – prevedeva la costruzione di una nuova strada, ma la nostra Amministrazione ha deciso di modificare il progetto e di destinare i fondi alla messa in sicurezza di una strada già esistente, via di Valle Caia, per evitare ulteriore consumo di suolo, garantendo allo stesso tempo un collegamento sicuro e più efficace tra la strada Pontina e l’area industriale di Pomezia”.

Il progetto

In questo modo i mezzi pesanti che, partendo dall’area industriale di Santa Palomba, mirano a raggiungere la Capitale, hanno un’alternativa a portata di mano. L’operazione, del valore di circa 20 milioni di euro, rientra in un accordo di programma che è stato finanziato dalla Rete Ferroviaria Italiana e nasce per potenziare il trasporto commerciale in ingresso ed uscita di quella città. Con tutte le conseguenze, in questo caso ben accolte, dei territori limitrofi.

Un’ alternativa all’Ardeatina

“L’approvazione del progetto definitivo per l’adeguamento ed ampliamento di Via di Valle Caia tra Santa Palomba e la pontina rappresenta una buona notizia – hanno commentato il capogruppo capitolino Andrea De Priamo ed il consigliere municipale Massimiliano De Juliis – Ciò significa che l’alternativa al traffico di mezzi pesanti sul Municipio IX, ed in particolare su via Ardeatina, sulla carta già esiste e dobbiamo solo aspettare la sua realizzazione”.

I divieti da ripristinare

La novità potrebbe sbloccare una serie di inadempienze su cui, in maniera finora inefficace, l’ente di prossimità aveva provato ad accendere i riflettori. “Sia questa l’occasione per la Sindaca Raggi, di far rispettare i divieti già esistenti ed anche di ripristinare il divieto di transito in direzione Roma  su cui, il Consiglio della Città Metropolitana, si è già espresso favorevolmente” ha ricordato De Juliis. 

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Le telecamere da attivare

Una volta completato l’ampliamento di via Valle Caia, sarà anche possibile avviare una stretta dei controlli sui mezzi pesanti in transito verso la Capitale. Provengono in larga parte da Santa Palomba, come già degli studi trasportistici hanno avuto modo d’evidenziare. E prima di entrare a Falcognana passano sotto alcune telecamere. Le hanno installate nell’estate 2017 ma non hanno mai provveduto da attivarle” ha commentato De Juliis. Ma forse è questione di tempo. L’individuazione, per i mezzi pesanti, d’un percorso alternativo alla via Ardeatina, potrebbe comportare anche la loro messa in funzione.
 

Fonte : Roma Today