Gianluca Grignani, le 10 canzoni più famose

I brani che hanno segnato il successo del rocker milanese

Una carriera lunga ormai più di un quarto di secolo quella di Gianluca Grignani, che dagli anni Novanta ad oggi ha sfornato molti brani entrati nel repertorio classico della canzone italiana. Di seguito le sue 10 canzoni più famose.

  • La mia storia tra le dita
  • Destinazione paradiso
  • Falco a metà
  • L’aiuola
  • La fabbrica di plastica
  • Il giorno perfetto
  • Cammina nel sole
  • Bambina dallo spazio
  • Sogni infranti
  • Liberi di sognare

La mia storia tra le dita

Il brano che rivela l’allora 22enne Grignani al mondo è probabilmente ancora il suo maggior successo. “La mia storia tra le dita” è la canzone con cui si presenta a Sanremo Giovani 1994 e che gli consente di strappare il pass per il Festival dell’anno successivo. La canzone ha un clamoroso successo anche sul mercato latinoamericano grazie alla versione spagnola “Mi historia entre tus dedos”, mentre nel 2009 ne ha eseguito una cover anche Ornella Vanoni.

Destinazione paradiso

Grignani va a Sanremo 1995, nella sezione Nuove Proposte, con una nuova hit: “Destinazione paradiso”, che si piazza al 6° posto e si traduce nel primo disco d’oro in carriera per Grignani. Anche questo brano ha avuto la sua cover di lusso: nel 2006 è stata Laura Pausini a farla propria per l’album “Io canto”.

Falco a metà

Terzo singolo dall’album di debutto di Grignani “Destinazione paradiso”, quello che poi portò a Festivalbar 1995. Celebri le sue esibizioni nelle quali, essendo costretto a cantare in playback, non usava neanche il microfono.

L’aiuola

Il sorprendente ritorno di Grignani nell’estate del 2002. Vuoi per i continui doppi sensi a sfondo sessuale, vuoi per una melodia molto orecchiabile, il brano fu uno dei successi di quell’estate, riproposto anche in versione remix, segnando il ritorno del musicista dopo qualche anno non proprio entusiasmante.

La fabbrica di plastica

Primo singolo estratto dal suo secondo album, “La fabbrica di plastica”, appunto. Dopo il grande successo di “Destinazione paradiso” e nonostante il singolo andò piuttosto bene all’epoca ed è tutt’ora tra i più apprezzati del suo repertorio, l’album fu un flop a livello commerciale.

Il giorno perfetto

Grignani si presenta a Sanremo 1999 con questa ballata struggente, diversa da gran parte della sua produzione precedente. Canzone riscoperta negli anni successivi, perché al Festival non ha grande fortuna, facendolo finire solo al 13° posto.

Cammina nel sole

“Cammina nel sole” è il brano che Grignano porta al Festival di Sanremo 2008, centrando un buon 8° posto. La canzone è disco d’oro e lo porta a vincere il “Venice Music Awards” di quell’anno come miglior artista maschile.

Bambina dallo spazio

“Bambina dallo spazio” è il singolo di lancio di “Il re del niente”, disco datato 2005. La canzone non ha un gran riscontro a livello commerciale, ma vale a Grignani il Premio Lunezia per il valore musical-letterario, riconoscimento che vincerà altre due volte in carriera.

Sogni infranti

Gianluca Grignani è tornato a Sanremo nel 2015 con il brano “Sogni infranti”, che ha fatto da lancio al disco “A volte esagero”. Al Festival si piazza all’8° posto ma il pezzo fa bis al Premio Lunezia.

Liberi di sognare

“Liberi di sognare” è il brano che Grignani porta a Sanremo nel 2006, con scarsa fortuna, visto che viene eliminato al primo turno. 

Fonte : Sky Tg24