Tessera sanitaria, scadenza prorogata al 30 giugno per il Coronavirus

Dopo la proroga della scadenza di patente e carta d’identità a causa dell’emergenza Coronavirus, arriva uno slittamento dei termini anche per la tessera sanitaria. Un emendamento al decreto Cura Italia, approvato in commissione Bilancio al Senato, prevede la proroga per la scadenza di tutte le tessere sanitarie che non saranno più valide dall’inizio dell’emergenza al 30 giugno 2020. L’articolo 17 quater del decreto Cura Italia prevede la proroga della scadenza per la tessera sanitaria: “La validità delle tessere sanitarie, con scadenza antecedente al 30 giugno 2020, è prorogata al 30 giugno 2020, anche per la componente della Carta nazionale dei servizi”. Nel testo dell’emendamento approvato in commissione si legge anche che “la proroga non è efficace per la tessera europea di assicurazione malattia riportata sul retro della tessera sanitaria”.

Per nuova tessera sanitaria basta copia provvisoria fino al 30 giugno

Chi ha presentato richiesta per una nuova tessera sanitaria o una richiesta di duplicato, può semplicemente ricorrere a una copia provvisoria. Nel testo dell’emendamento si spiega: “Per le tessere sanitarie di nuova emissione ovvero per le quali sia stata effettuata richiesta di duplicato, al fine di far fronte ad eventuali difficoltà per la consegna all’assistito, il ministero dell’Economia e delle finanze rende disponibile in via telematica una copia provvisoria presso la ASL di assistenza ovvero tramite le funzionalità del portale www.sistemats.it, realizzate d’intesa con il ministero della Salute, sentito il Garante della protezione dei dati personali. La copia non assolve alle funzionalità di cui alla componente della Carta Nazionale dei Servizi. (TS-CNS)”.

Come funziona e a cosa serve la tessera sanitaria

La tessera sanitaria è un documento personale rilasciato a tutti i cittadini aventi diritto alle prestazioni fornite dal Servizio sanitario nazionale. Dal 2011 è dotata di microchip. La tessera può essere utilizzata anche come Carta nazionale dei servizi, per accedere ai servizi online della pubblica amministrazione: per utilizzarla è necessario attivarla. La tessera è gratuita e vale, solitamente, sei anni. Alla scadenza viene spedito direttamente al cittadino il nuovo documento. La tessera è necessaria quando si va dal medico, quando si compra un medicinale in farmacia e quando si prenota un esame o ci si sottopone a visita specialistica. Sulla tessera sono riportati codice fiscale, dati anagrafici, luogo di nascita e provincia dell’assistito. In più, ci sono anche la data di scadenza e il formato braille per i non vedenti. Sul retro sono riportate le informazioni che garantiscono l’assistenza sanitaria anche nell’Ue, in Norvegia, in Islanda, in Liechtenstein e in Svizzera.

Fonte : Fanpage