Le notizie di mercoledì sul coronavirus

Le notizie di stamattina sul coronavirus

Scelte dalla redazione di Good Morning Italia

Nulla di fatto

Le posizioni dei ministri delle finanze europei sulle misure anticrisi sono ancora lontane. La richiesta italiana, francese e spagnola di eurobond si è scontrata con le resistenze dell’Olanda, che ribadisce l’opportunità di un ricorso al Mes. “Lavoriamo duro per raggiungere un accordo, ma ancora non ci siamo”, ha dichiarato un portavoce dell’Eurogruppo. Oggi è prevista una conferenza stampa (Ansa, Repubblica).

Sguardo avanti La presidente Ursula von der Leyen illustrerà oggi il piano della Commissione europea per l’uscita dal lockdown. In programma anche la videoconferenza dei ministri dello sviluppo economico.

Lavoro che non c’è Secondo l’Organizzazione Internazionale del Lavoro la pandemia nel secondo trimestre cancellerà quasi il 7 per cento delle ore lavorate, pari a 195 milioni di posti a tempo pieno (Ft). Per l’Istat lo shock, “senza precedenti”, ha comportato lo stop per un terzo dell’economia italiana (Agi). Nella fase post pandemia, sarebbero a rischio almeno un milione di imprese (La Stampa).

In borsa Le borse europee hanno avuto una giornata positiva. Milano ha guadagnato il 2,19 per cento (Ansa). A pesare anche il dato della produzione industriale tedesca, che a febbraio è cresciuta dello 0,3 per cento superando le attese (Corriere).

Bilancio continentale

L’Europa continua ad essere il continente più colpito dal coronavirus, con oltre 50mila deceduti. La Francia ha superato le diecimila vittime (Le Monde) e in Spagna dopo quattro giorni di calo i decessi hanno ripreso ad aumentare (El País).

Giornata nera Il Regno Unito ha conosciuto le 24 ore più drammatiche da inizio epidemia, con 786 morti che fanno salire a 6.159 il bilancio. I malati sono 55.442 (The Times). Le condizioni del primo ministro, Boris Johnson, sono stabili: in terapia intensiva, ha dovuto fare ricorso all’ossigeno ma respira autonomamente (Bbc).

  • Il Regno Unito scopre la cassa integrazione (HuffPost).

Me ne vado Il presidente dell’European Research Council Mario Ferrari ha rassegnato le sue dimissioni per non essere riuscito a realizzare un programma di ricerca europeo sul covid-19 (Ft).

Segnali di discesa

Terzo giorno in calo L’Italia ha segnato una sensibile diminuzione delle diagnosi di Covid-19, che ora sono 94.067 (+880). I decessi sono 17.127; 604 in più (Ansa). “Speriamo di assistere ad una flessione”, dice Giovanni Rezza dell’Iss (Repubblica). Il totale delle vittime tra i sanitari è però arrivato a 120. “Grati a infermieri e medici – ha scritto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella – pagano con la loro vita” (Sky TG24).

In guardia Riapertura “a piccoli passi”, prima per le imprese e poi per la vita sociale – è la raccomandazione del Comitato scientifico al governo (Adnkronos). La ripresa del lavoro e delle attività commerciali sarà possibile solo con un sistema di turnazione per dipendenti e clienti, scrive il Corriere. “Nessun liberi tutti a Pasqua”, avverte il commissario Domenico Arcuri, che ha annunciato l’arrivo imminente di 650 milioni di mascherine (Sky TG24).

Sul territorio La regione Toscana invita chi è in quarantena a casa a trasferirsi temporaneamente in “alberghi covid” (La Nazione). La Lombardia ha annunciato una commissione d’inchiesta per indagare sulle morti per coronavirus al Pio Albergo Trivulzio, scrive La Repubblica.

Cura Italia Il governo vuole porre la questione di fiducia sul decreto Cura Italia domani in senato. Proteste da parte delle opposizioni per il testo blindato, mentre sono più di quattro milioni le richieste all’Inps per il sostegno al reddito (Repubblica).

Il contagio nel mondo

La pandemia ha raggiunto 1,4 milioni di persone nel mondo e provocato 81.103 vittime (Guardian). L’Oms chiede di lasciare le mascherine ai sanitari: “Creano un falso senso di sicurezza” (Adnkronos). Con l’organizzazione è entrato in polemica il presidente Usa, Donald Trump, che l’ha accusata di sino-centrismo (Politico).

Tragico bilancio Negli Stati Uniti ieri sono morte 1.150 persone: 731 di queste nello Stato di New York (Wsj). La Grande Mela, con 3.200 decessi, ha superato anche il bilancio dell’11 settembre (Ap). Un memo di un top advisor della Casa Bianca, Peter Navarro, allertava a fine gennaio del rischio rappresentato per gli Usa dalla pandemia, scrive il Nyt.

L’emergenza economica Il tesoro americano ha chiesto al congresso un piano addizionale da 200 miliardi di dollari per sostenere le piccole e medie imprese (Nyt). Trump ha sostituito l’ispettore generale del Pentagono Glenn Fine, incaricato da appena una settimana di monitorare il piano di rilancio dell’economia da 2 trilioni di dollari (The Hill).

Pandemia globale

Nuovi focolai La situazione in Africa si fa sempre più preoccupante: si contano diecimila casi nel continente, impreparato all’eventualità di un’esplosione del contagio (Time). L’Unione europea ha stanziato 15 miliardi di aiuti. Anche la Cina mobilita le sue risorse (Rainews).

Sguardo in Asia In Cina per la prima volta da inizio epidemia non si sono registrate vittime. A Wuhan, epicentro del contagio, si riprendono gradualmente le attività (Ap). Il Giappone ha decretato lo stato di emergenza per Tokyo, Osaka e altri cinque focolai (Japan Times).

Panorama americano

Eppur si vota Lunghe file ai seggi delle primarie democratiche del Wisconsin, che si sono svolte nonostante il confinamento imposto in gran parte del paese. I risultati verranno resi pubblici a partire dal 13 aprile (Ap).

Media & tech

Fake news a raffica WhatsApp ha annunciato che limiterà la possibilità di inoltrare messaggi “virali”, per fermare la diffusione di notizie false sul coronavirus (Dw). Facebook inizierà a rimuovere gli articoli non attendibili sui collegamenti tra rete 5G e l’epidemia (Guardian).

Good Morning Italia cura ogni giorno una newsletter di informazione dall’Italia e dal mondo. La newsletter è inclusa nell’abbonamento a Internazionale, oppure ci si può iscrivere qui.

Fonte : Internazionale