Coronavirus, è nata Giulia: è la figlia di Mattia, il “paziente 1” di Codogno

Una bella notizia, che porta gioia dopo settimane dolorose per la sua famiglia. E’ nata Giulia, la figlia del “paziente 1”, Mattia, il 38enne di Castiglione – manager della Unilever, sportivo, volontario del pronto soccorso –  diventato il primo italiano trovato positivo al coronavirus a Codogno. Mattia era stato male nella settimana del 14 febbraio. Con febbre alta e tosse. Ritornato una seconda volta in ospedale a Codogno, grazie all’intuizione di una dottoressa anestesista, gli era stato fatto il tampone per il Covid-19: che era risultato positivo.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

L’uomo fu ricoverato il 19-20 febbraio. Le sue condizioni erano rimaste stabili e molto serie per lungo tempo. Trasferito nel reparto di rianimazione del San Matteo di Pavia, il 38enne è stato dimesso il 25 marzo dopo che il giusto mix di antivirali e antinfiammatori lo aveva salvato. Un calvario lungo un mese. Quando aveva lasciato il Policlinico di Pavia, Mattia aveva detto: “Ho ricominciato a fare la cosa più bella: respirare”. Il coronavirus si è portato via il padre di Mattia. La moglie del manager, incinta all’ottavo mese, era stata invece ricoverata all’ospedale Sacco di Milano perché era risultata anche lei positiva al coronavirus, ma asintomatica. Anche lei è stata dimessa a inizio di marzo e la gravidanza è proseguita senza intoppi. Oggi la notizia che riporta il sorriso: benvenuta Giulia!

Mattia, il paziente 1 di Codogno torna a casa: il video messaggio

Fonte : Today