Netto calo dei ricoveri. I contagi continuano a frenare

Sale a 135.586 il numero di casi totali di coronavirus in Italia, un aumento di 3.039 su ieri: si conferma dunque il trend in calo, visto che ieri l’aumento era stato di 3.599 unità e domenica addirittura di 4.316. Sono i numeri forniti dal bollettino quotidiano della Protezione Civile.

In un giorno si contano 604 decessi (ieri erano stati 636), mentre i guariti aumentano di 1.555 (ieri di 1.022), il secondo valore più alto di sempre. Per questo il numero delle persone attualmente malate aumenta solo di 880 unità, contro le 1.941 di ieri: l’incremento più basso dal 10 marzo.

Ma spicca in particolare il dato dei ricoveri, già in flessione da giorni. Oggi si registrano 258 ricoverati con sintomi in meno (ieri erano aumentati di 27) e ben 106 ricoverati in terapia intensiva in meno (anche ieri erano diminuiti, di 79). In totale, sono 94.067 le persone attualmente positive, 17.127 i decessi, 24.392 i guariti. 

  • 18:43

    Il contagio rallenta, l’Austria pronta a ripartire

    In Austria c’è un sensibile rallentamento della crescita di nuovi casi di coronavirus. Ad oggi le persone positive sono 12.547, poco più di 300 rispetto a ieri. I decessi nei Laender sono complessivamente 243. Il governo del cancelliere Sebastian Kurz ha ribadito che le restrizioni in uscita da casa sono attive e prorogate a fine aprile ma nello stesso momento ha detto che da martedì 14 aprile saranno allentate alcune misure di contenimento per una lenta ripartenza.
    Si tratta dell’apertura dei negozi al dettaglio più piccoli (fino a 400 metri quadrati), quelli legati a bricolage e giardinaggio. È obbligatorio indossare la mascherina o una protezione naso-bocca quando la popolazione di reca nei supermercati, drogherie e farmacia

Fonte : Agi