Il primo ministro britannico Boris Johnson è in terapia intensiva

Dai primi report sembra che “BoJo” sia cosciente, e che la scelta di trasferirlo nel reparto di terapia intensiva del St. Thomas’ Hospital serva più che altro da precauzione

(foto: Ben Pruchnie/Getty Images)

Soltanto ieri, il primo ministro del Regno Unito Boris Johnson era stato ricoverato al St. Thomas’ Hospital di Londra con quelli che un portavoce di Downing Street aveva definito “sintomi persistenti da coronavirus”. In serata la situazione si è aggravata, perché verso le 20 (ora italiana) Johnson è stato trasferito nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale.

La decisione di trasferire il primo ministro, riporta il Guardian, è stata presa dall’equipe medica che lo segue dopo che le condizioni del politico Tory si sono aggravate nel corso della giornata di lunedì, ma dai primi report sembra che Johnson sia cosciente, e la scelta più che altro precauzione nel caso in cui abbia bisogno dell’ausilio di un ventilatore polmonare. Finché Johnson affronterà il Covid-19, a presiedere l’esecutivo di Londra sarà il suo vice e segretario di stato Dominic Raab.

Fonte : Wired