TCL: un nuovo 5G low cost e un futuro di pieghevoli

L’azienda cinese annuncia l’arrivo di tre nuovi smartphone della serie TCL 10. E mostra “dal vivo” un paio di ingegnose soluzioni per rivoluzionare il mercato degli schermi flessibili

Avremmo dovuto vederli da vicino al Mobile World Congress, invece sono stati annunciati solo oggi con una presentazione in streaming: stiamo parlando dei nuovi smartphone della serie TCL 10. L’azienda cinese ha mostrato l’atteso top di gamma TCL 10 Pro, l’accessibile TCL 10L e il super competitivo TCL 10 5G che punta davvero a democratizzare la nuova tecnologia di rete.

Mutuando la forte esperienza nel settore degli schermi e dei TV, tutti i nuovi prodotti sono caratterizzati dal concetto di “Display Greatness”, ovvero l’implementazione della tecnologia TCL Nxtvision che offre una visione dei contenuti più vivace e realistica, non solo grazie a una calibrazione dei colori professionale ma anche alla possibilità di convertire in automatico i contenuti in risoluzione standard elevandoli a HDR.

Il prodotto di punta TCL 10 Pro può fare affidamento su un display Amoled FHD+ da 6,47 pollici, vincitore del 2020 iF Design Award e del 2020 Red Dot Award, per il fatto che lo schermo “avvolge” il bordo riducendo al minimo le cornici e fornendo comandi veloci con la funzione Edge Bar, come fanno i prodotti di Samsung da tempo.

TCL 10 Pro è dotato di quattro fotocamere posteriori, tra cui la principale ad alta risoluzione da 64MP, la seconda per condizioni di scarsa luminosità con pixel di grandi dimensioni 2,9μm, un obiettivo super grandangolare da 123 gradi e una macro, oltre a una fotocamera frontale da 24MP. È anche dotato di una soluzione ibrida di autofocus per una ripresa veloce e nitida sia di giorno sia di notte. Le funzioni video possono invece beneficiare di riprese in super low light e un grandangolo esteso.

Interessante è pure la proposizione del competitivo TCL 10L, che mette a disposizione degli utenti il processore Qualcomm Snapdragon 665 con piattaforma AI per prestazioni veloci e a basso consumo energetico. Buone performance sembrano essere garantite persino dal display FHD+ Dotch da 6,53 pollici e dal comparto fotografico composto da quattro fotocamere posteriori comprese di una lente macro oltre alla camera frontale da 16 megapixel.

A scompaginare le carte del comparto 5G, per ora appannaggio solo dei prodotti top di gamma, ci pensa il nuovo TCL 10 5G che vanta prestazioni di tutto rispetto a un prezzo decisamente abbordabile. Questo smartphone integra, infatti, un processore Snapdragon Serie 7 con 5G multibanda, il display è invece lo stesso del fratello minore 10L. Diverso il comparto fotografico, con un kit composto da quattro fotocamere di cui la principale monta un sensore da 64 megapixel. Il TCL 10 5G dispone, inoltre, di un sistema di ricarica rapida Quick Charge 3.0 e di reverse charging per alimentare anche altri dispositivi.

Arriveranno sul mercato a breve il TCL 10 Pro con un costo di 499 euro, nelle colorazioni Ember Gray e Forest Mist Green, e il TCL 10L a 299 euro nei colori ispirati alla natura Arctic White e Marina Blue. Bisognerà attendere l’estate, invece, per il TCL 10 5G, che però verrà commercializzato con un prezzo molto aggressivo di 399 euro.

Durante la presentazione in streaming, il Marketing General Manager di TCL Stefan Streit ha anche mostrato dal vivo due interessanti prodotti con schermo flessibile che l’azienda aveva annunciato un mese fa. Si tratta ancora di prototipi, ma non sono dei mockup: abbiamo constatato infatti che la tecnologia adottata è pienamente funzionante e traccia una interessante prospettiva per l’intero mercato mobile.

TCL Tri-fold display concept

TCL ha realizzato un tablet con piegamento trifold, ovvero in tre parti. Questo prototipo utilizza entrambe le tecnologie di cerniera dell’azienda (DragonHinge e ButterflyHinge), per ripiegare un display da 10 pollici in un dispositivo da 6,65 con rapporto 20,8:9 e risoluzione in 3K. Si tratta del primo tablet che sfrutta cerniere doppie per ottenere questo tipo di design e garantire una piegatura fluida verso l’interno e verso l’esterno occupando uno spazio minimo.

Decisamente innovativa è anche la soluzione adottata per il primo concept phone dotato di schermo estendibile. Con soli 9 mm di spessore, questo dispositivo reinventa il design standard degli smartphone, integrando un display Amoled arrotolabile e motori interni per estendere lo schermo da 6,75 a 7,8 pollici con un semplice pulsante. Grazie a un asse più ampio e al display arrotolabile, il telefono non presenta i solchi o le pieghe che si trovano comunemente in quelli pieghevoli. Quando non è in uso, un pannello scorrevole motorizzato utilizza una meccanica avanzata per nascondere lo schermo flessibile. Il risultato è un prodotto dalle dimensioni assolutamente standard, ma che offre la visione estesa di un tablet.

Al momento non ci sono indicazioni precise sulla commercializzazione di questi prodotti, ma TCL presume possano già arrivare entro il prossimo anno.

Fonte : Wired