Coronavirus, il bollettino di oggi lunedì 6 aprile: 636 morti, ma calano i ricoveri in terapia intensiva

Tamponi a Roma eseguiti senza scendere dalla propria auto (FOTO ANSA/ETTORE FERRARI)

Il nuovo bollettino della protezione civile nel consueto punto stampa. Continua l’alleggerimento della pressione sugli ospedali con il calo dei pazienti ricoverati in terapia intensiva, cosi come salgono a oltre 22mila i pazienti dichiarati guariti. 

Coronavirus, il bollettino della protezione civile

  • Casi attuali: 93.187 (+1.941, +2,1%)
  • Deceduti: 16.523 (+636, +4%)
  • Dimessi/Guariti: 22.837 (+1.022, +4,7%)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 3.898 (-79, -2%)
  • Totale casi: 132.547 (+3.599, +2,8%)

coronavirus nuovi casi-2

Tutti gli aggiornamenti dalle ore 18:00: Segui qui la diretta.

[embedded content]

Coronavirus, i casi regione per regione

Buone notizie dalla Lombardia: l’assessore Giulio Gallera ha elencato i dati che mostrano una continua contrazione dell’emergenza. Tuttavia anche oggi si registrano 297 vittime in 24 ore nella regione. 

In Emilia Romagna si registrano 57 morti nelle ultime 24 ore, che portano il computo totale a oltre duemila in tutta la regione dall’inizio dell’emergenza. 467 i nuovi casi di positività.

In Veneto si registrano 1.924 pazienti ricoverati negli ospedali a cui si aggiungono 322 nelle terapie intensive. Il computo dei decessi totali è salito a 609 morti. “Questa settimana è decisiva, non stiamo abbassando la guardia”, ha avvertito il governatore Luca Zaia.

Sono 154 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati in Toscana a ventiquattro ore dal precedente bollettino. 25 i nuovi decessi. Discendente il trend dei nuovi casi positivi (ieri erano stati 175). Sale invece il numero di decessi: 25, rispetto ai 18 di ieri. Molto contenuto l’aumento di ricoveri (+5 rispetto a ieri); e anche di quelli in terapia intensiva (+3). 

Nel Lazio si contano 10 decessi nelle ultime 24 ore mentre si registrano 151 casi di positività, un rallentamento del trend al 3,9%. Sono 3.300 i casi attuali positivi a Covid-19, di questi 1.868 sono in isolamento domiciliare, 1235 sono ricoverati non in terapia intensiva, 197 in terapia intensiva. Sono 229 i pazienti deceduti e 502 le persone guarite, più del doppio.

Rallenta il contagio in Sicilia, dove attualmente risultano ancora positive 1.815 persone, 41 in più rispetto a ieri. A crescere, però, è il numero delle vittime: 123 in totale, sette in sole 24 ore.

++ articolo in aggiornamento ++

Coronavirus, le ultime notizie

In Campania con un’ordinanza firmata dal presidente Vincenzo De Luca è stata istituita la terza “zona rossa” nel territorio regionale: si tratta del comune di Lauro, in provincia di Avellino, per il quale l’ordinanza prevede fino al 10 aprile il divieto di allontanamento e di accesso nel territorio comunale e la sospensione delle attività degli uffici pubblici, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità. Lauro è il secondo comune della provincia di Avellino per il quale la Regione Campania ha disposto la quarantena dopo Ariano Irpino, “zona rossa” dallo scorso 15 marzo. Sono in totale 7 i comuni in quarantena in Campania: in provincia di Salerno è stata infatti istituita una “zona rossa” che vede coinvolti 5 comuni del Vallo di Diano (Sala Consilina, Atena Lucana, Polla, Caggiano e Auletta).

coronavirus morti 6 aprile 2020-2

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Le autorità sanitarie britanniche hanno diffuso gli ultimi dati sull’epidemia di coronavirus. Alle 9 di questa mattina erano stati effettuati test su 208.837 persone, con 51.608 casi positivi. Il numero delle vittime aggiornato alle 17 di domenica è di 5.373 decessi, con 439 persone morte in tutto il Regno Unito nella giornata di ieri. Si tratta di un dato in calo rispetto ai tre giorni precedenti, che avevano fatto registrare un numero di decessi oscillante tra i 600 e i 700.

Fonte : Today