Rage Against The Machine, Tom Morello: “Non possiedo chitarre costose. Con una da 40 dollari vinsi il primo Grammy”

In occasione dell’uscita della sua chitarra custom Fender Stratocaster Soul Power, Tom Morello in una recente intervista rilasciata ad una radio americana ha parlato del rapporto con il suo strumento preferito. Il chitarrista dei Rage Against The Machine ama cambiare spesso le chitarre con cui si esibisce sul palco, ma non sempre sceglie i modelli più prestigiosi. “Non ho alcuna chitarra costosa, non ho alcuna chitarra elaborata. Possiedo chitarre che mi hanno trasmesso cose diverse negli anni. E come fanno ad arrivare sul palco? Con la Soul Power l’ho sentito subito, ancor prima di aver scritto qualcosa cosa con gli Audioslave. Mi sono detto “In qualsiasi parte del viaggio mi porterà questa chitarra, io sarò lì in qualità di chitarrista” In altri casi scelgo semplicemente una chitarra perché mi piace il colore. Una delle mie chitarre preferite era un modello canadese che ho comprato al banco dei pegni per soli 40 dollari. Con quella ho vinto il primo Grammy con i Rage Against The Machine.”

Riguardo alla Soul Power Morello ha aggiunto: “Non c’è dunque alcun criterio con cui scelgo le chitarre. Uno strumento deve sapermi parlare e quella chitarra comunicava con me in modo molto profondo. E nel momento in cui l’ho portata a casa dopo averla comprata, ci ho scritto sopra Soul Power perché sapevo che quello sarebbe stato un nuovo inizio per la mia musica e per una nuova band, gli Audioslave”.

In seguito, Tom Morello ha spiegato di non aver mai sentito l’esigenza di modificare la sua Soul Power: “Non sono mai stato tentato di farlo, volevo solo che fosse la mia chitarra. In passato a volte non mi piaceva il fatto che alcuni marchi delle mie chitarre preferite ogni anno producevano un nuovo modello, mentre i miei dischi preferiti erano stati registrati con una chitarra che non era nessuna di queste. Questo, invece, è il modello esatto di Soul Power con la quale ho registrato i dischi degli Audioslave, lo strumento che mi ha consentito di aggiungere il mio contributo a questi album, con riff, accordi e suoni di vario tipo”.

Qual è il suono preferito che si può ottenere con questa chitarra? Questo strumento ha certamente l’abilità di creare tutti i suoni più pazzi, come quelli che emulano gli animali, e i suoni di R2D2 (il droide di Star Wars) che sono il mio pane quotidiano. Una delle cose più belle però è il pickup al manico che ha reso diversi i miei riff più duri in un modo che mi ha entusiasmato molto”.

Soul Power è anche il mantra di Tom Morello, ecco perché lo ha scritto sulla sua chitarra: “Il famoso mantra di Woody Guthrie era ‘Questa macchina uccide i fascisti’ e mi è stato di ispirazione – ha spiegato – ho scarabocchiato diverse frasi sulle mie chitarre, da ‘Arm the homeless’, ‘Black Spartacus’, ‘Whatever it takes’, fino a ‘Soul Power’… quando stavamo cercando la nostra strada come band con gli Audioslave, sapevo che sarebbe stato un percorso diverso rispetto a quello con i Rage Against The Machine, così ho dovuto trovare un focus diverso al fine di essere autentico e grandioso. E onestamente – ha continuato – ho guardato questa chitarra, l’ho portata a casa, ho preso un pennarello bianco e il cielo si è come aperto, e ho capito che questo sarebbe stato il suono Soul Power e che questa sarebbe stata la chitarra Soul Power. È stato un momento di ispirazione, non ci ho pensato troppo. Una componente fondamentale nel lavorare con una Fender è quella della carità o della giustizia sociale – ha concluso – Non lo avrei mai fatto se non fosse stato questo il fulcro di tutto“.

Fonte : Virgin Radio