Coppia di anziani sceglie il suicidio assistito dopo 55 anni insieme: “Un lungo addio, sereno”

Dopo 55 anni insieme marito e moglie hanno scelto di andarsene insieme con il suicidio assistito in Svizzera. 81 anni lui, affetto da un male ormai incurabile, 77 anni lei, che senza il compagno di una vita non avrebbe potuto vivere. I due triestini sono morti il 24 febbraio scorso, in un appartamento in provincia di Basilea, grazie all’interessamento di una organizzazione senza fini di lucro che accompagna le persone nelle loro ultime ore di vita. E’ il quotidiano il Piccolo del capoluogo giuliano a dare spazio oggi a questa storia, dando voce a una delle figlie. La coppia aveva deciso il suicidio assistito poche settimane prima, quando le condizioni di salute dell’uomo, ex assicuratore, si erano aggravate. Anche la donna, pur non grave come il marito, non era in buone condizioni di salute

Marito e moglie hanno riunito le tre figlie – due di loro vivono all’estero – per comunicare loro la decisione e organizzare l’ultimo viaggio in Svizzera. Nel paese elvetico son andati tutti insieme. “Quando io e le mie sorelle siamo entrate nella stanza e mamma e papà ormai erano spirati – racconta oggi una delle figlie al quotidiano triestino – non c’ era sofferenza nei loro volti. Le loro vite erano una cosa sola, hanno scelto una fine dignitosa. Oggi ci mancano, ma è una nostalgia dolce. In questi giorni vedo in tv le persone che muoiono da sole in ospedale a causa del virus… penso che noi abbiamo avuto il privilegio di vivere un lungo addio, sereno”. In Italia ci sono varie associazioni che si battono da tanti anni per il diritto a una morte dignitosa in caso di sofferenze fisiche e psichiche dovute a una malattia incurabile. Fare stime precise su quanti siano gli italiani che scelgano il suicidio assistito in Svizzera è molto difficile, per ovvi motivi di riservatezza.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Il suicidio assistito è legale in Svizzera. In Europa il suicidio assistito è legale anche in altri Paesi ma solo solo in Svizzera possono accedervi anche cittadini stranieri. Non sono strutture in cui viene praticata l’eutanasia “attiva”: in caso di suicidio assistito deve essere il paziente a compiere l’ultimo gesto per assumere i farmaci che fermeranno il suo cuore.

Fonte: Il Piccolo →
Fonte : Today