Litiga con il vicino di casa e gli spara tre volte: arrestato

Un litigio tra vicini, forse per futili motivi: fatto sta che uno dei due ha improvvisamente estratto una pistola e sparato tre colpi di pistola all’altro, che ora è in condizioni gravissime in ospedale, mentre l’aggressore è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio. La vicenda è accaduta a San Gimignano, nel senese, la cittadina famosa per le sue torri che ricordano la forma dei grattacieli (oggi ne sopravvivono 14 delle 72 originarie), tanto da essere conosciuta come la “Manhattan del Medioevo”.

Il tutto è avvenuto attorno alle 11.30 di oggi, domenica 5 aprile. Protagonisti della vicenda un 86enne di origini pisane ed un 58enne del posto, entrambi residenti in alcune case popolari che il comune di San Gimignano mette a disposizione per le persone che ne hanno bisogno, come anziani o persone in condizioni difficili. In uno degli spazi comuni che separano i piccoli appartamenti, è avvenuto il dramma: l’anziano era sull’uscio di casa, quando ha trovato l’altro che lo attendeva sull’uscio, iniziando a litigare. Sarebbe stato proprio il 58enne, a quel punto, a tirare fuori un oggetto contendente per colpire l’altro: ma l’anziano a quel punto è entrato in casa, ha preso un vecchio ma perfettamente funzionante revolver (risultato poi essere il frutto di un furto compiuto 15 anni fa), ed è tornato fuori l’uscio aprendo il fuoco contro il 58enne, colpendolo tre volte: al braccio, all’addome e alla testa. I soccorsi sono giunti subito sul posto, portando il ferito, in gravissime condizioni, a Careggi: si trova ora in codice rosso, intubato. L’anziano, invece, arrestato per tentato omicidio, si trova nel carcere di Santo Spirito. Sulla vicenda indagano i carabinieri del comando di Siena assieme a quelli delle compagnia di Poggibonsi e di San Gimignano.

Fonte : Fanpage