Ma la notte no: da Stash ai The Jackal, la canzone antivirus

Maurizio Casagrande e altri 20 artisti omaggiano Renzo Arbore con una versione antivirus di “Ma la notte no”

“Un sorriso da Napoli oggi me l’ha regalato il mio amico Maurizio Casagrande che insieme a 20 amici ha elaborato una versione davvero singolare di “Ma la notte no”. Una versione antivirus per esortare i napoletani a stare a casa”. Con questo messaggio di ringraziamento Renzo Arbore presenta “Ma la notte no (antivirus version)”, cover della grande hit del cantautore e interpretata da numerosi artisti. “Una versione scritta con grazia, gusto, invenzione e creatività come solo Maurizio Casagrande sa fare. Grazie a tutti”, conclude Renzo Arbore.

Tutti gli artisti che hanno partecipato all’iniziativa

Hanno partecipato a questa particolare iniziativa Luca Abete, Paolo Belli, Massimo Boldi, Paolo Conticini, Raul Cremona, Nino Frassica, Massimiliano Gallo, Carmen Giannattasio, Pino Insegno, Simona Izzo, Angelo Pintus, Stash dei “The Kolors”, The JackaL con Fabio Balsamo, Ciro Priello e Gianluca Fru, Ricky Tognazzi, Tiziana De Giacomo, Shalana Santana e ovviamente Maurizio Casagrande. I musicisti sono invece Lore Maffia, Pippo Seno, Fabrizio Buongiorno e Giancarlo Ippolito. Tutti gli artisti hanno dedicato questo omaggio a Renzo Arbore oltre a sensibilizzare ulteriormente sulla necessità di restare a casa in questo periodo complicato. “Ma la notte no”, sigla del programma televisivo cult “Quelli della notte”, ideato e condotto da Renzo Arbore, si trasforma in #IoRestoACasaMo ed è accompagnato da un divertente video che è diventato subito virale sul web. Pubblicato da Maurizio Casagrande e da Renzo Arbore, il videoclip è stato realizzato con il format del collage di riquadri dove compaiono i vari protagonisti ripresi a casa loro.

Ma la notte no” è un “inno” alla vita notturna, condannando la fatica di ogni giorno. Scritta da Claudio Mattone e da Renzo Arbore è uno dei più grandi successi dello showman. Nella versione proposta da Maurizio Casagrande, l’invito è di restare a casa in quarantena per evitare la diffusione del virus e salvaguardare la salute di tutti. In un’intervista di qualche giorno fa lo stesso Renzo Arbore sottolineava la necessità di aiutare chi resta a casa. In prima persona sta infatti intrattenendo gli utenti sul suo canale e sui social con una trasmissione fatta a casa dal titolo “Cinquanta sorrisi da Napoli” dove sono raccolti 50 sketch di artisti napoletani: “È vero, tuttavia, come dice qualcuno, che si è ritornati al gusto della chiacchierata e al gusto di ascoltare i nonni che prima venivano frettolosamente liquidati. Questo è uno dei piccoli vantaggi del periodo che viviamo. Io cerco di fare di necessità virtù, approfittando di questa immobilità per fare dei resoconti, riprendere i contatti con i vecchi amici”.

Fonte : Sky Tg24