Coronavirus e bimbi piccoli, dall’Oms i consigli per gestire lo stress

L’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia di Covid-19 (LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA) e le conseguenti misure restrittive entrate in vigore per cercare di arginare la sua diffusione hanno stravolto anche le abitudini dei più piccoli, che spesso faticano a comprendere e a dare il giusto significato a quello che gli accade intorno. Trascorrere intere giornate all’interno delle mura domestiche può essere fonte di stress sia per i bambini che per i loro genitori, soprattutto per coloro che si ritrovano a dover crescere e accudire un neonato senza poter contare sul supporto di amici e famigliari. Per aiutare le mamme e i papà con neonati e bambini molto piccoli ad affrontare al meglio la situazione e a riuscire a gestire lo stress associato alla emergenza sanitaria globale del Covid-19, l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha pubblicato una serie di consigli utili per tenere a bada le paure e le ansie tipiche dei neo genitori, ancor più amplificate in questo delicato momento storico. Ecco i suggerimenti degli esperti, riassunti sul portale Epicentro, gestito dall’Istituto Superiore di Sanità.

Consigli per le mamme e i papà con un neonato

In questo periodo di emergenza, fare il genitore non è facile e lo è ancora meno per le neo mamme e i neo papà che hanno da poco dato alla luce la loro prole. Come ricordano gli esperti dell’Oms, sentirsi tristi, stressati o confusi sono reazioni del tutto normali alla situazione nuova e inaspettata che siamo chiamati ad affrontare. Ai neo genitori potrebbe anche capitare di avere paura di non riuscire a proteggere i propri piccoli. Ecco qualche suggerimento per riuscire a gestire lo stress e a vivere al meglio l’emergenza con un neonato:

• Posizionare il bambino sulla pancia e ascoltare una canzone rilassante mentre lo si coccola aiuta a rilassare anche il neonato
• Concedersi lunghe docce rilassanti e dedicare del tempo ad esercizi di respirazione
• Distrarre la mente pensando a una meta paradisiaca per le vacanze
• Prolungare il momento del cambio pannolino con un piacevole massaggio al bambino
• I neonati non hanno un particolare bisogno di effettuare attività stimolanti: la relazione con i genitori è ciò che li appaga di più
• Prendersi dei piccoli spazi quando il bimbo dorme, per riposare o leggere un buon libro
• È importante anche prendersi cura del proprio aspetto, dedicando del tempo al trucco e alla cura personale
• Ascoltare buona musica
• Ballare con in braccio il bimbo
• Seguire una corretta alimentazione, con cibi naturali e freschi
• Non trascurare le esigenze personali, in quanto se si ha cura del proprio benessere psico-fisico, ne risente positivamente anche il neonato
• Utilizzare registrazioni con i suoni della natura, da ascoltare mentre si fa addormentare il bambino
• Non sentirsi in colpa per eventuali sentimenti di inadeguatezza che potremmo provare. I pensieri negativi si possono cambiare e non ostacolano la capacità di accudire come si deve un bimbo
• Lasciare al partner dei momenti esclusivi da trascorrere col bimbo
• Se si hanno delle preoccupazioni è opportuno cercare di limitarle a un solo momento nell’arco della giornata
• Ricordarsi che la situazione d’emergenza è passeggera
• Mantere un pensiero basato sulla realtà senza farsi prendere da allarmismi
• Dare la giusta importanza a eventuali sintomi fisici, evitando di catalogarli senza certezza a un segnale della presenza di patologie più gravi
• Osservare insieme al partner il neonato per scoprire insieme i progressi che compie nel tempo

I suggerimenti dell’Oms per genitori con bimbi fino a tre anni di età

Ecco qualche suggerimento per mamme e papà con un bimbo di età compresa tra uno e tre anni:
• Cercare di strutturare la propria giornata
• Se il bimbo gattona o ha iniziato a camminare è importante stimolare queste nuove attività trascorrendo del tempo di qualità con lui
• Alternare attività movimentate, quali la lotta con i cuscini, ginnastica per terra, ballare insieme, ad attività più rilassanti come un disegno, le costruzioni, la lettura di fiabe, a momenti in cui si incoraggia l’autonomia dei bimbi
• Cucinare insieme biscotti e torte o fare dei lavoretti
• Osservare il piccolo, cercando di capire quale attività predilige
• Parlare tanto con il bambino, insegnandogli nuove parole
• Coinvolgere il partner in attività col bimbo
• Chiamare e videochiamare insieme parenti e amici

Fonte : Sky Tg24