Darma, dopo Senza Sole arriva una bella Vertige

Senza sole è il primo singolo ufficiale firmato Darma che anticipa l’uscita per Brutture Moderne del suo album d’esordio Vertigine , prevista per mercoledì 8 aprile. L’INTERVISTA all’artista emiliano-romagnola

(@BassoFabrizio)

Definisce la sua musica Pop moderno. Le sue parole e le sue melodie sono il concentrato della bonomia dell’Emilia e della Romagna, terre alle quali appartiene e che l’hanno forgiata. Silvia Vasini, che ha scelto il nome d’arte di Darma, presenta il singolo, con video, Senza Sole, che precede di pochi giorni l’album Vertigine, previsto per l’aprile. Ho ascoltato in anteprima l’album e lo commento al telefono con Darma.

Hai scelto di uscire nonostante l’emergenza.
Sono dotata di una grande positività e questa aria primaverile la rende più forte.
L’album ha sfumature assai intime.
Vertigine racchiude parecchie cose degli ultimi degli anni della mia vita, scrivere canzoni come Dentro me è un atto di liberazione, è prendere  atto delle proprie paure e poi si gestiscono meglio. Vertigine non è necessariamente positivo e farlo uscire adesso può apparire strano ma è giusto: perché aspettare l’estatate?
A proposito di Dentro me: ora sai chi sei? Di cosa avevi paura?
Ho capito chi sono perché questo viaggio introspettivo nelle vicende della vita mi ha fatto comrendere molte cose di me, non sono solo una, parlo nelle canzoni di una seconda me e la chiamo Sara.
Hai fatto un intenso viaggio interiore.
Ho imparato a conoscermi e quindi non ho paura, neanche degli umori che cambiano ogni due ore: sono aspetti del mio carattere e ho imparato a gestirli. E’ impossibile vivere senza paure, senza scheletri nell’armadio anche in casi di auto-stima molto alta. Ora la mia paura è andare avanti a scrivere in base alle pieghe che prenderà il disco.
Al tuo doppio Sara hai dedicato una canzone.
Compare anche in altri brani Parlare di un’altra me è parlare delle cose che ho vissuto. A volte facciamo cose che non si riconducono al buon senso e alla logica, se fossimo razionali le eviteremmo certe situazioni. Sara è la me più cattivella.
Ne Le mie canzoni parli della Regina delle favole: chi è? Ci credi?
Ho fiducia nelle persone nonostante qualche brutta esperienza. Credo alla versione romantica della vita, non sono cinica. Dico purtroppo perché è come se una parte di me mi dicesse svegliati con questa mia idea delle persone buone e senza secondi fini. Mi hanno cresciuta così. Ti posso raccontare un aneddoto?
Certo.
Prima di registrare il disco ho sognato mio nonno che suonava la chitarra e mi invitava a fare un disco. Siccome ogni tanto faccio meditazione, reiki e discipline olistiche ne ho parlato e mi hanno detto di seguire le indicazioni. Ho creduto fosse stata la strada giusta e mi ha riportato in questo mondo. Prima ce ne erano solo tre di canzoni poi mi sono detta che volevo fare questa strada ed è nato il disco.
Sicura che siate solo tu e Sara?
Magari esiste anche una terza me e ne scoprirò altre strada facendo.
In Vertigine parli di perdersi tra la gente e oggi non è possibile. E l’universo cambierà?
Credo che questa cosa che ci sta capitando sia disastrosa e ci manda un messaggio: ci darà una visione diversa, ci insegnerà a stare con se stessi. Anche io prima ero così presa da schemi di giornata che neanche vedevo chi avevo di fianco. Il rallentamento generale anche solo ambientale sta portando cambiamenti forti, pensa solo all’inquinamento, limitato dalle auto che non circolano, e permette alla natura di avanzare. Porterà cambiamenti positivi.
Mi parli del video di Senza sole?
Non era proprio pensato, è nato ascoltando il pezzo. Amo le macchine d’epoca e il vintage, era agosto e faceva caldo dunque ho pensato di farlo tutto su auto decapottabile. Mi ero preparata con un po’ di vestiti poi siamo arrivati sulla una piazza di una chiesa sulla collina di Rimini, c’era sulle nostre teste il drone faceva casino, è uscito un sacerdote e mi ha visto vestita da sposa con scarpe nere bizzarre e mi ha cacciata. Ha anche un tocco di abusivo.
Il prossimo step, oltre all’uscita dell’album?
Il video di Chissà girato all’interno di una casa, spero prima dell’estate. Appena si potrà voglio fare una una presentazione, quella in programma è saltata causa coronavirus. C’è gente che ha voglia di vedermi cantare. Il resto lo valuterò in base agli stimoli esterni.

Fonte : Sky Tg24