Studiato l’impatto del profilo metabolico sulla linea

Non tutte le persone hanno lo stesso profilo metabolico. A prescindere dall’alimentazione, chi ha un metabolismo che tende a bruciare una minor quantità di grassi ha una propensione maggiore a ingrassare ed è più a rischio di sovrappeso e obesità. A dimostrarlo sono i risultati di un nuovo studio condotto dai ricercatori dell’Università di Pisa e del National Institutes of Health, recentemente pubblicati sulle pagine della rivista specializzata Diabetes.

I differenti profili metabolici

“Esistono differenti profili metabolici tra gli individui di una popolazione”, spiega Paolo Piaggi, bioingegnere dell’Università di Pisa, autore senior dello studio e responsabile del progetto di ricerca per l’utilizzo della camera metabolica presso l’Azienda ospedaliera universitaria pisana. “Ci sono soggetti più propensi a ossidare i grassi e altri più inclini a bruciare i carboidrati della dieta. Quest’ultimi, come abbiamo scoperto, tendono a guadagnare più peso nel tempo dato che non consumano i grassi ingeriti con l’alimentazione (anche se seguono una dieta normocalorica), ma li immagazzinano nel corpo come tessuto adiposo, che nel tempo si espande e provoca un aumento di peso corporeo”, aggiunge l’esperto.

Lo svolgimento dello studio

Nel corso dello studio, svolto nella clinica del National institute of diabetes and digestive and kidney diseases a Phoenix, i ricercatori hanno preso in esame 79 individui sani di vari etnie, misurando la risposta metabolica di ognuno di loro rispetto a diverse diete ipercaloriche ricche di carboidrati o grassi somministrate nell’arco di 24 ore. I risultati ottenuti, hanno permesso agli esperimenti di determinare l’effettivo impatto del profilo metabolico sul mantenimento del peso forma. “Il nostro profilo metabolico dipende da genetica, fattori ormonali, dieta e stili di vita. Sapere se rientriamo nella tipologia ‘brucia grassi’ o ‘brucia carboidrati’ può aiutarci a identificare i soggetti maggiormente a rischio di guadagnare peso e mettere a punto nuove terapie personalizzate per combattere sovrappeso e obesità”, conclude Paolo Piaggi.

In arance e mandarini scoperta una mo...

In arance e mandarini scoperta una mo...


Fonte : Sky Tg24