AGGIORNAMENTO, Till Lindemann dei Rammstein è negativo al coronavirus ma resta ricoverato in ospedale

AGGIORNAMENTO

IN UNA NOTA UFFICIALE DIFFUSA DALLA BAND NEL TARDO POMERIGGIO DI IERI È STATO ESCLUSO IL CONTAGIO DA CORONAVIRUS. TILL LINDEMANN HA PASSATO LA NOTTE SCORSA IN TERAPIA INTENSIVA E ORA, NONOSTANTE RESTI RICOVERATO CON SINTOMI, È IN NETTO MIGLIORAMENTO ALL’OSPEDALE DI BERLINO.

LA NOTIZIA DEL CONTAGIO ERA STATA DIFFUSA DAI MEDIA TEDESCHI NEL PRIMO POMERIGGIO DI IERI.

La nota dei Rammstein:

NELLA GIORNATA DI IERI I MEDIA TEDESCHI AVEVANO DIFFUSO L’ALLARMANTE COMUNICATO CHE IL LEADER DEI RAMMSTEIN FOSSE STATO CONTAGIATO DAL COVID-19:

Secondo quanto riportato dai media tedeschi Till Lindemann, grande frontman dei Rammstein, è ricoverato in ospedale a Berlino in terapia intensiva a causa del coronavirus. Il leader della band sarebbe stato in condizioni critiche ma secondo quanto riportato dai giornali tedeschi ora starebbe leggermente meglio e le condizioni sarebbero stazionarie.

Corona-Drama: Till Lindemann auf Intensivstation!

Corona-Drama um Till Lindemann (57)!Der Rammstein-Sänger liegt nach BILD-Informationen derzeit auf der Intensivstation eines Berliner Krankenhauses in Quarantäne. *** BILDplus Inhalt ***

La voce dei Rammstein, 57 anni,era appena tornato da un tour solista in Russia. 
Al suo arrivo nella struttura sanitaria della capitale tedesca Till Lindemann aveva una febbre molto alta e sintomi riconducibili alla polmonite acuta da Covid-19.

Fonte : Virgin Radio