I parchi Disney rimarranno chiusi a tempo indefinito a causa dell’emergenza Coronavirus

Disneyland e Walt Disney World sono chiusi da più di due settimane e a quanto pare, come facilmente prevedibile, non potranno riaprire nella data prevista per oggi, 28 marzo. Secondo quanto riportato da Variety, infatti, la Casa di Topolino ha deciso di chiudere i propri parchi a tema indefinito a causa dell’emergenza Coronavirus.

“Sebbene ci sia ancora molta incertezza riguardo all’impatto del COVID-19, la sicurezza e il benessere dei nostri clienti e dipendenti rimane la massima priorità della Walt Disney Company” ha dichiarato la compagnia in una nota ufficiale. “A seguito di questa pandemia senza precedenti in linea con la direzione fornita da esperti sanitari e funzionari governativi, i parchi di Disneyland e Walt Disney World rimarranno chiusi fino a nuovo avviso.”

Prosegue il comunicato: “La Walt Disney ha pagato i propri membri del cast sin dalla chiusura dei parchi, e alla luce di questa crisi in continua e complessa evoluzione, abbiamo deciso di estendere il pagamento orario dello staff dei resort fino al 18 aprile.”

Disney e Universal hanno comunicato la chiusura dei propri complessi di intrattenimento lo scorso 13 marzo, poche ore dopo la decisione del Governatore della California Gavin Newsom di agire contro la diffusione del Coroanvirus. Secondo alcuni report, la chiusura dei parchi sta costando a Disney milioni e milioni di dollari al giorno, mentre per quanto riguarda il calendario cinematografico è stata rinviata anche l’uscita di Black Widow.

Fonte : Everyeye