Mission: Impossible 7 doveva essere ambientato per la maggior parte in Italia

Un nuovo report di Variety rivela che la maggior parte di Mission: Impossible 7 avrebbe dovuto avere luogo in Italia, paese che inizialmente si credeva scelto per le riprese di “alcune” scene.

A quanto pare però la nostra nazione avrebbe dovuto avere un ruolo centrale nella vicenda, almeno a giudicare da quanto scritto da Variety:

Mission: Impossible 7 stava per iniziare le riprese a Venezia, ma la produzione è stata rinviata dopo che l’Italia è stata duramente colpita dal coronavirus. Si dice che gran parte del film abbia luogo nel paese europeo, cosa che rende difficile per la produzione spostare le riprese altrove.

Come vi abbiamo riportato nelle settimane scorse, il film con Tom Cruise aveva rinunciato a Venezia e Roma e aveva spostato le riprese in Gran Bretagna, ma dopo le prime foto dal set il lockdown generale ha raggiunto anche l’Inghilterra e diverse altre zone a livello globale, dunque per il momento è impossibile dire quando riprenderanno i lavori e soprattutto dove.

Ricordiamo che il piano della Paramount Pictures era quello di girare back-to-back Mission: Impossible 7 e Mission: Impossible 8, le cui date di uscita sono già state fissate a luglio 2021 e agosto 2022. Per ora non è chiaro se i due blockbuster saranno posticipati o meno, ma come sempre vi terremo aggiornati.

Fonte : Everyeye