Scott Derrickson rivela il tributo a Hellraiser nascosto in Doctor Strange

Una delle cose più ambiziose riconosciute a Doctor Strange di Scott Derrickson è stata l’ambiziosa visione sinestatica e psichedelica nel creare al cinema il Multiverso e trasmettere sensazioni sensoriali disturbanti, e questo è avvenuto soprattutto grazie la lunga esperienza nel genere horror dell’autore.

Durante il Quarantine Watch Party organizzato da Comicbook.com, proprio Derrickson ha così rivelato che le terribili ferite alle mani del protagonista interpretato da Benedict Cumberbatch sono state ispirate da Hellraiser, di cui lo stesso regista aveva diretto il quinto capitolo, Inferno, nel 2000, suo esordio cinematografico dietro la macchina da presa.

Ha detto il regista: “Quello shot delle mani di Stephen Strange mi ha ricordato i miei esordi con Hellraiser“. Oltre alle mani deturpate, ci sono anche una serie di aste di ferro conficcate tra i nervi e le ossa, e lì il richiamo al Cenobite Pinehead è praticamente diretto. E voi ci avevate fatto caso? Avevate individuato la citazione nascosta in bella vista?

Vi ricordiamo che Scott Derrickson non dirigerà più l’annunciato Doctor Strange in the Multivers of Masness, a quanto pare per divergenze creative, dato che l’autore avrebbe desiderato renderlo un horror a tutti gli effetti.

Il film uscirà comunque nelle sale americane 7 maggio 2021. Non ci resta che attendere. Per ulteriori approfondimenti vi rimandiamo alla recensione di Doctor Strange.

Fonte : Everyeye