Coronavirus: Andrea Tesei, muore a 26 anni il capo scout di Predappio

 “Era sempre sorridente e aveva una parola per tutti , con la sua divisa ha sempre condiviso momenti di puro altruismo e di gioia”.così, chi lo conosceva, ricorda Andrea Tesei , 26 anni,  morto ieri mattina all’ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì. Il giovane, positivo al coronavirus, è la tredicesima vittima nel Forlivese, nonché la più giovane.

Questa mattina a Santa Marina, frazione ultima di Predappio, sull’Appennino romagnolo, la gente, gli amici e gli scout di cui faceva parte sono ancora tutti increduli. Andrea era stato ricoverato un paio di settimane fa all’ospedale Bufalini di Cesena in terapia intensiva. Era subito apparso molto grave anche a causa di alcune sue patologie pregresse.

Dopo alcuni giorni era migliorato ed è così stato trasferito al nosocomio forlivese nel reparto di pneumologia: le sue condizioni sembravano migliorare poi un improvviso malore che gli è stato fatale.

Tutta Predappio, con innumerevoli messaggi sui social, piange Andrea: dai 23 lupetti che seguiva come responsabile, dagli amici passando anche per le parole del sindaco Roberto Canali. “Siamo tutti sotto shock – ha scritto il primo cittadino – e profondamente addolorati per la morte di questo giovane, speravamo tutti ce la facesse”. Andrea lascia la mamma, vedova, che non ha potuto salutarlo poiché anche lei in quarantena.

Fonte : Agi