Coronavirus, in Francia la vittima più giovane: Julie aveva 16 anni

Mentre tutto il mondo fa i conti con l’emergenza coronavirus, dalla Francia arriva la terribile notizia della prima vittima minorenne. Si tratta di una 16enne di Parigi, Julie. Ad annunciarne la morte è stato direttore generale della Sanità, Gerome Salomon. Un dramma che ha sconvolto la famiglia della giovane, soprattutto per la dinamica che ha portato la ragazzina a sentirsi male e poi a morire.

Come racconta il quotidiano francese Le Parisien, la famiglia di Julie non si dà pace per questa perdita: ”Aveva soltanto un po’ di tosse, ha preso uno sciroppo, ma dopo qualche giorno ha iniziate a sentirsi senza fiato: non riusciva a respirare”. Con il peggiorare dei sintomi i genitori della 16enne si sono rivolti al loro medico di famiglia, che ha telefonato all’ospedale e, a sua volta, ha disposto il ricovero

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Dai primi esami non risulta nulla di grave, ma durante la notte la situazione è precipitata. L’insufficienza respiratoria ha reso necessario il trasferimento all’ospedale pediatrico Necker di Parigi, dove viene sottoposta ad un primo tampone. I primi risultati danno esito negativo, ma nel giorno seguente, il nuovo tampone ha dato il risultato opposto. La ragazza è risultata positiva al Covid 19, con i medici che l’hanno subito intubata, ma a nulla sono serviti i tentativi di tenerla in vita. Dopo qualche ora il personale sanitario non ha potuto fare altro che constatare il decesso. 

Fonte: Le Parisien →
Fonte : Today