Palermo: dopo la tentata fuga coi carrelli pieni, forze dell’ordine presidiano i supermercati

Dopo la tensione arriva la paura. L‘assalto al Lidl di Palermo di ieri ha indotto le forze dell’ordine a mettersi sull’allerta, come se non bastasse l’apprensione per il momento di congiuntura causa Coronavirus. C’è preoccupazione che possano verificarsi altri episodi simili negli ipermercati del capoluogo siciliano e così gli agenti (anche squadre del reparto antisommossa) da stamattina sono piazzati davanti ai centri commerciali “Conca D’Oro”, “La Torre” e “Forum”. Carabinieri, finanzieri e poliziotti. Il reparto mobile è davanti al Conca d’Oro”, la finanza e i carabinieri hanno presidiato anche il “Forum”, sempre la polizia è anche davanti al “La Torre”. “Si tratta solo misure preventive”, sottolineano i responsabili dei centri commerciali.

Ieri l’assalto al supermercato Lidl di Palermo in via Regione Siciliana. Una quindicina di persone hanno tentato di fuggire senza avere pagato alle casse. All’esterno la gente era come sempre in fila, a distanza di un metro come impongono le norme di contenimento, ma all’interno ci sono stati momenti di nervosismo e tensione. “Non abbiamo soldi per pagare la spesa”, avrebbero detto i fuggitivi alle forze dell’ordine intervenute per riportare la calma. In serata, Lidl ha confermato l’episodio: “Lidl Italia conferma che nel tardo pomeriggio, una quindicina di persone sono entrate nel nostro punto vendita di Palermo via della Regione siciliana con l’intenzione di non pagare la spesa appena effettuata. Sono state quindi chiamate le forze dell’ordine che sono prontamente intervenute a garanzia della sicurezza e salvaguardia dell’incolumità sia dei nostri collaboratori che dei clienti presenti in quel momento in punto vendita. Comprendiamo il difficile momento che l’intero Paese sta vivendo e ringraziamo le autorità per il pronto intervento odierno”.

Fonte : Fanpage