Il produttore di The Wolf of Wall Street Riza Aziz è stato arresto in Malesia

E’ il Malay Mail (via Deadline) a rendere noto che Riza Aziz, produttore di The Wolf of Wall Street, è stato arrestato in Malesia con l’accusa di riciclaggio di denaro.

L’anno scorso l‘ex primo ministro malese Najib Razak è stato arrestato a causa del suo coinvolgimento in accordi sospetti per la produzione di pellicole di Hollywood come lo stesso The Wolf of Wall Street, e ora Riza, fondatore e CEO della Red Granite Pictures, è stato rilasciato dopo essere stato tenuto sotto custodia della Commissione Anti-Corruzione.

Il produttore domani dovrà difendersi dalle accuse secondo le quali avrebbe infranto la legge Anti-Riciclaggio e Anti-Terrorismo Finanziaro e Proventi da Attività Illecite. Secondo i giornali locali Riza è accusato, come proprietario della Red Granite Pictures, di aver ricevuto denaro riciclato dalla Good Star Ltd, una compagnia associata al truffatore finanziario e fuggitivo Low Taek Jho.

Riza era già stato interrogato dalle autorità nel 2018, quando una task force del governo malaysiano ha collegato Najib ad un sospetto trasferimento multimilionario nei confronti della SRC International, un’ex sussidiaria del fondo conosciuto come 1MDB.

Secondo gli investigatori, il fondo 1MDB è stato usato per spostare centinaia di milioni di dollari in investimenti privati di Najib e la sua famiglia, inclusi i costi della film di Martin Scorsese e altri film prodotti dalla Red Granite. Nel 2018 la Red Granite ha negato il suo coinvolgimento ma ha accettato di pagare 60 milioni di dollari al governo degli Stati Uniti.

Fonte : Everyeye