Coronavirus, Immobile: “I campioni non siamo noi, ma quelli che si trovano negli ospedali”

Nei giorni dell’emergenza Coronavirus, Ciro Immobile si divide tra sessioni di allenamento domestiche personalizzate e simpatiche dirette social. Il capocannoniere della Serie A aspetta come compagni e avversari, che l’incubo finisca, per poter tornare alla normalità e dunque anche al calcio giocato. Nel frattempo però lo sport deve fare un passo indietro, anche in segno di rispetto per chi sta combattendo in prima linea contro la pandemia.

Immobile, le belle parole a supporto di chi lotta contro il Coronavirus

“I campioni non siamo noi, sono quelli che si trovano negli ospedali”, così Ciro Immobile ha parlato ai microfoni del Corriere dello Sport. Il bomber della Lazio con poche parole ha evidenziato la necessità in questo momento di mettere tutto in secondo piano, anche la voglia di tornare al più presto a giocare a calcio. In questi giorni a dir poco difficili per l’emergenza Coronavirus, bisogna solo seguire le restrizioni: “Ai nostri tifosi dico di restare a casa, di soffrire, come il popolo laziale sa fare e ha sempre dimostrato. Dobbiamo stringere i denti e presto ci rivedremo”.

L’appello di Immobile ai tifosi, restate a casa

Solo in questo modo si potrà presto tornare alla normalità, e alle antiche abitudini battendo il COVID-19: “Ne sono convinto, torneremo ad abbracciarci, a condividere momenti, belli o brutti che siano sportivamente, ma ne usciremo. Ora, però, dobbiamo restare a casa con le nostre famiglie e approfittarne, anche se il momento è difficile. Tante persone hanno dovuto chiudere l’attività o rischiano di perdere il lavoro per il coronavirus. Sono vicino a loro, sono preoccupato per questo e per la gente che sta lottando per la vita“.

Immobile, la ripresa del campionato e la corsa scudetto

Quando tutto sarà finito, si potrà tornare anche a giocare a calcio. La speranza di Ciro Immobile è che la Lazio possa riprendere il suo fantastico percorso, continuando a lottare per lo scudetto: “Stavamo facendo qualcosa di incredibile con la Lazio e anche dal punto di vista personale mi ero preso parecchie soddisfazioni. Cosa devo dire? Non so. Speriamo di riuscire a tornare presto in campo e di continuare il nostro cammino. Siamo lì, siamo in lotta. È dura perché ci sono tanti campioni in corsa per vincere questo trofeo, credo sia ancora complicata la corsa scudetto”

Fonte : Fanpage