Warner Bros sta pensando di pubblicare Wonder Woman 1984 direttamente on demand

Molti studi di Hollywood hanno già cambiato alcuni piani di distribuzione per via dell’emergenza Coronavirus, a causa dela quale i cinema americani potrebbero rimanere chiusi per altri 3 mesi, e a quanto pare anche Warner Bros. sta valutando se prendere una decisione senza precedenti.

Dopo che Universal ha deciso di pubblicare Trolls World Tour negli store digitali e la Disney ha annunciato l’imminente arrivo di Onward su Disney+, secondo quanto riportato da The Wrap, lo studio guidato da Toby Emmerich starebbe infatti prendendo seriamente in considerazione di rinunciare l’uscita nelle sale di Wonder Woman 1984.

Stando al report, che cita come fonte un insider della compagnia, anche se la preferenza è ancora quella di passare per la release al cinema i dirigenti Warner stanno pensando ad un alternativa streaming: al momento sembra più probabile la possibilità di acquisto negli store digitali (magari al prezzo di 20 dollari, come accaduto per i film che hanno seguito questa strada) piuttosto che un debutto nel catalogo di HBO Max, il nuovo servizio streaming atteso negli USA per il prossimo maggio.

A quanto pare è ancora presto per sbilanciarsi su un’eventualità di questo tipo, anche perché lo studio non ha ancora incontrato personalmente né la regista Patty Jenkins né il produttore Charles Roven, ma tutto dipenderà dall’evolversi della situazione di emergenza negli Stati Uniti.

A conferma dell’importanza di Wonder Woman 1984 per il box office di Warner, il presidente della distribuzione Jeff Goldstein ha confermato a The Wrap che “il piano è quello di pubblicare il film in sala”, affermando che l’ipotesi della release in streaming è “ridicola se si pensa alla portata del film.”

Fonte : Everyeye