Litiga con la madre e la uccide a coltellate: arrestato 23enne

Al culmine di un litigio in casa, ha ucciso la madre, Rossella Cavaliere, colpendola con almeno cinque coltellate al torace. E’ accaduto nella notte in un’abitazione di San Vito dei Normanni, in provincia di Brindisi. Secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine, intorno all’1.30 di giovedì 19 marzo, il giovane Andrea Asciano, 23 anni, si sarebbe alzato dal letto impugnando il coltello a serramanico che custodiva nella sua camera a letto e, dopo aver raggiunto la madre nel corridoio, l’avrebbe colpita mortalmente, allontanandosi poi dall’abitazione. I carabinieri della Stazione e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia lo hanno arrestato con l’accusa di omicidio aggravato.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

San Vito de Normanni (Brindisi), uccide la madre a coltellate: arrestato

Sono stati alcuni vicini che avevano sentito delle urla provenire dall’abitazione del giovane, convivente con la madre Rossella Cavaliere, 51enne e con la sorella 29enne, a chiamare il numero di emergenza 112. Giunti sul posto, i carabinieri hanno individuato e bloccato il giovane nei pressi del portone d’ingresso del palazzo, individuando sul muretto a secco limitrofo, il coltello a serramanico che lo stesso aveva utilizzato poco prima per colpire a morte la madre. L’arma del delitto è stata sequestrata. Disposto l’esame autoptico. Non risultano richieste di intervento – anche precedenti della famiglia al 112.

Fonte : Today