Coronavirus, gli “angeli” che di notte portano i respiratori a Milano: “Mi viene quasi da piangere”

Non tutti gli angeli hanno le ali, alcuni “volano” sulle ruote a bordo di tir, come i volontari della Croce Rossa, che hanno viaggiato tutta la notte, percorrendo 600 km attraverso un’Italia deserta, per portare a Milano tutti gli strumenti necessari per allestire nuovi posti di terapia intensiva e continuare a combattere la guerra contro il coronavirus, che nella sola Lombardia ha fatto già registrare oltre 14mila contagi e più di 1300 morti.

Come racconta Carmine Ranieri Guarino su MilanoToday, la chiamata è arrivata nella serata di lunedì 16 marzo, con i ragazzi del centro nazionale emergenza di Roma che in meno di un’ora sono riusciti a caricare i camion con pompe, siringhe, monitor e – soprattutto – trenta respiratori, tutto materiale donato dalla Croce rossa cinese a quella italiana. A quel punto, il mezzo è partito alla volta di Milano, dove è arrivato in mattinata. 

Respiratori che verranno subito utilizzato negli ospedali lombardi, messi a dura prova dall’emergenza sanitaria. Come affermato dall’assessore regionale al Welfare della Lombardia, Giulio Gallera, i posti in terapia intensiva erano quasi a zero.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Fonte: MilanoToday →
Fonte : Today