Coronavirus, Roma si prepara al picco con i 3 nuovi Covid hospital. Nel Lazio 87 casi positivi in 24 ore

Roma si sta preparando al picco dei casi positivi al coronavirus nel Lazio previsto nei prossimi giorni. La Regione, infatti, nel giorno in cui ha attivato il Covid 2 Hospital Columbus con 32 posti letto di malattie infettive e ulteriori 21 posti letto di terapia intensiva (a regime saranno un totale 133 posti), ha annunciato l’accordo con un istituto clinico privato per l’apertura del Covid 3 che sarà a Casal Palocco

E’ pronta l’ordinanza per istituire il Covid Hospital 3 e il 4 ovvero l’ICC nel X Municipio e il Policlinico di Tor Vergata. Mercoledì saranno attivi i primi posti a Casal Palocco che sarà uno ‘spoke’ dell’Istituto Lazzaro Spallanzani, mentre sta proseguendo il lavoro per svuotare la torre 8 del Policlinico di Tor Vergata. E’ una vera e propria corsa contro il tempo“, ha detto l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Già pronti i primi posti letto a Casal Palocco

L’ordinanza c’è, come detto, e mercoledì 18 marzo saranno già operativi i primi 12 posti di terapia intensiva a Casal Palocco come ha spiegato il gruppo GVM Care & Research che gestisce la clinica priva dell’entroterra di Ostia.

Saranno messi a disposizione anche 20 posti di degenza ordinaria, integrati a seguire con ulteriori 18 letti di terapia intensiva e 18 di sub-intensiva, più 30 letti di degenza ordinaria. Con una complessiva disponibilità possibile di 30 letti di terapia intensiva, 18 letti di sub intensiva e 50 letti di degenza ordinaria. 

Non esiste differenza tra ospedalità pubblica e privata in un frangente così difficile per il Paese“, ha sottolineato Ettore Sansavini, Presidente GVM Care & Research. 

Coronavirus: le altre notizie della giornata

Le mascherine per i vicini di casa: il regalo dei bambini cinesi

La Roma surreale di chi guida i bus

“Auspichiamo una moratoria per gli sfratti”

Lo stop dei mezzi alle 21 e le difficoltà dei lavoratori ospedalieri

A Roma tutti in fila per donare il sangue

L’intervista: De Vito difende i romani

Nicolò, rider ai tempi del coronavirus

E’ festa del papà anche con il coronavirus

Cambiano le regole per i rifiuti domestici

La Regione lancia “Lazio doctor Covid”: un’app per le visite da remoto

Al mercato la truffa delle mascherine “fatte in casa”

A Tor Tre Teste flash mob con il violino

Il caso: minimarket aperti ma sono come bar

Lavoratori Amazon senza distanze e mascherine

Ostia chiude il Pontile

Zingaretti: “Stiamo costruendo il sistema straordinario della sanità del Lazio” 

E il governatore Nicola Zingaretti, su Twitter, plaude alle nuove forze messe in campo: “Abbiamo dato una risposta eccezionale. Grazie a tutti gli operatori che sono in prima linea con generosità“.

Dentro il Covid 2: parla il Dg del Policlinico Gemelli

Il presidente della Regione poi rilancia su Facebook: “In pochi giorni stiamo costruendo senza sosta il sistema straordinario della sanità del Lazio per fronteggiare il coronavirus“.

[embedded content]

Il bilancio: 87 nuovi casi positivi in un giorno 

Nel frattempo, nella giornata di lunedì, sono stati 87 i casi di positività registrati in tutta la regione e tre i morti: ora numero dei deceduti nel Lazio è salito a 19, mentre (secondo i dati aggiornati al 17 marzo) 523 sono i casi positivi, ricoverati 267, 31 in terapia intensiva, 174 in isolamento domiciliare, 32 i guariti. Le persone uscite dalla sorveglianza, ovvero coloro che hanno terminato la quarantena sono 1.509.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Fonte : Roma Today