Coronavirus, Isernia unica provincia senza contagi: “Possiamo salvarci solo se siamo rigorosi”

Controllano ogni macchina che arriva, tutti coloro che tornano dal Nord Italia. Nessuno esce di casa se non per motivi di lavoro, salute e necessità, e la maggior parte delle persone si tiene lontana dagli ambulatori, temendo un eventuale contagio. Le strade sono presidiate dalle forze dell’ordine, che chiedono a tutti l’autocertificazione. A oggi, 16 marzo 2020, Isernia, piccolo comune con poco più di 20mila abitanti nel Molise, è l’unico comune italiano senza nemmeno un contagio da coronavirus. Un primato che ovviamente il sindaco e i suoi abitanti sperano di mantenere per molto, soprattutto dopo le misure di contenimento emanate dal Governo Conte su tutto il territorio italiano.

“Abbiamo attivato il Centro operativo comunale, come nei terremoti, portiamo la spesa a casa degli anziani, la lasciamo sullo zerbino – ha dichiarato il sindaco Giacomo D’Apollonio a la Repubblica – E controlliamo tutti quelli che rientrano dal Nord Italia, almeno chi si è autodenunciato. Noi contiamo 1500 studenti fuorisede, studiano alle università di Milano e Bologna. Quindici ragazzi sono in isolamento volontario. Abbiamo messo a bilancio, ancora, la pulizia straordinaria delle maggiori strade cittadine, pulizia e sanificazione. Due mercati bisettimanali insediati nell’angusta area storica sono stati sospesi. Quando è guerra è guerra“. E ancora: “Non evitiamo solo gli stranieri, anche i conoscenti. Quando ci si incrocia, un saluto con gli occhi e via. La gente ha capito che possiamo salvarci solo se siamo rigorosi”.

Attualmente in Italia sono 27980 le persone affette da coronavirus. La maggior parte si trova in Nord Italia, dove le terapie intensive degli ospedali sono a rischio collasso. Finora sono 2158 le persone morte, 2749 invece le guarite. Sempre nelle giornata di oggi è stato approvato il decreto ‘Cura Italia’ dal Governo Conte, tramite il quale si dovrebbero sostenere lavoratori, famiglie e imprese con flussi complessivi per 350 miliardi.

Fonte : Fanpage