Spider-Man, gli attori che hanno interpretato l’Uomo Ragno

Chi sono i tre attori che hanno interpretato Spider-Man al cinema, proponendone tre versioni differenti

Dai fumetti alle serie animate, fino ai film in live action, Spider-Man continua a essere uno dei personaggi più da bambini, ragazzi e adulti. Non esiste età per seguire le avventure dell’arrampicamuri, che riscuote successi in ogni ambito, anche in quello videoludico. Tre le versioni giunte al cinema interpretate da altrettanti attori. Chiavi differenti per provare a rendere l’amata creatura di Stan Lee. Ecco dunque chi sono gli interpreti che hanno indossato il celebre costume.

Quello di Spider-Man è probabilmente il personaggio più celebre tra i tanti interpretati dall’attore americano al cinema. Ha preso parte a una trilogia, tutta a firma Sam Raimi. Il primo capitolo ha fatto il proprio esordio in sala nel 2002, “Spider-Man”, proponendo le origini dell’eroe. Dal morso del ragno alla morte di zio Ben, fino all’accettazione dei propri poteri e del compito di eroe. Il nemico di questo film è Goblin, seguito da Dottor Octopus nel capitolo del 2004 e nuovamente dal Goblin nell’ultimo film, del 2007. Amata da tanti e al centro di alcuni meme a causa dell’espressività di Maguire, la trilogia di Raimi vanta molti picchi e ha il merito d’aver aperto di fatto le porte alla narrazione cinematografica Marvel, radicatasi in seguito.

Andrew Garfield

Nel 2012 giunge in sala un nuovo Uomo Ragno, che stavolta ha il volto di Andrew Garfield. L’idea è quella di proporre una versione più giovanile, aggiungendo dettagli come la passione per lo skate, che in realtà è più legata a Miles Morales, nuovo Spider-Man dell’universo alternativo Marvel. Un personaggio presentato al cinema con “Spider-Man: Un nuovo universo”, con Shameik Moore incaricato di doppiare il protagonista. Un titolo di grande successo, che avrà di certo un sequel nei prossimi anni.

Quello di Garfield è un eroe ancora adolescente, alle prese con il fragile equilibrio tra la propria vita di tutti i giorni e quella da eroe. Un segreto si nasconde dietro l’assenza dei propri genitori e in questo caso la sua passione sentimentale non porta il nome di Mary Jane Watson, bensì Gwen Stacy. Un richiamo ai fumetti, che spiegano come sia lei il suo primo vero amore. Attori confermati per un secondo film, “The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro”, con Jamie Foxx e Dane DeHaan in aggiunta al cast. Il progetto non è però decollato come ci si sarebbe aspettato, il che ha portato a un’altra scelta attoriale per lo Spider-Man da aggiungere al gruppo degli Avengers.

Tom Holland

Adorato da Stan Lee, che lo ha definito la perfetta incarnazione dello Spider-Man che aveva in mente ai tempi della sua creazione, Tom Holland è l’attuale arrampicamuri, che ha fatto il proprio esordio in film totalmente dedicati al personaggio e altri relativi all’universo espanso degli Avengers. Tutto ha avuto inizio nel 2016, quando l’Uomo Ragno si ritrova catapultato nel conflitto tra Tony Stark e Captain America in “Captain America: Civil War”. L’aggiunta è stata decisa soltanto in seguito, con Holland che si è rivelato essere un vero e proprio asso nella manica. L’attore riesce infatti a incarnare ottimamente la verve comica del personaggio, mista a un generale senso di spericolatezza giovanile. Il primo capitolo totalmente dedicato a lui è “Homecoming” del 2017, seguito da “Avengers: Infinity War” e “Avengers: Endgame”. Nel 2019 ha recitato infine in “Spider-Man: Far from Home”. Un film, quest’ultimo, che pare rappresentare una sorta di spin-off, essendo ambientato in Europa durante una gita scolastica. Gli eventi però sono destinati ad avere serie conseguenze nell’universo cinematografico Marvel, pronto a dare il via al prossimo maxi ciclo.

Fonte : Sky Tg24