Michael Rooker stava per interpretare un altro personaggio in Guardiani della Galassia

Impossibile non innamorarsi di Yondu tra il primo e il secondo capitolo di Guardiani della Galassia: il “padre adottivo” di Star-Lord è uno dei personaggi più indimenticabili portati sul grande schermo dai film di James Gunn, grazie anche alla splendida caratterizzazione datagli da Michael Rooker.

Eppure, quando ancora le riprese di Guardiani della Galassia vol.1 dovevano prendere il via, la scelta di Rooker per il personaggio sembrava quanto mai incerta: l’attore era infatti impegnato con le riprese di The Walking Dead, e in virtù di ciò avrebbe dovuto probabilmente accontentarsi di un ruolo minore (quello di Korath, andato poi a Djimon Hounsou). Finché…

Guardai il calendario e loro mi dissero: ‘È top secret. Non dirlo ad anima viva. Non fartelo uscire con nessuno’. Dissi: ‘Assolutamente, nessun problema!’, ma quando chiusi la conversazione presi immediatamente il mio telefono e dissi: ‘Hey Gunn, indovina? Mi hanno appena fatto fuori, posso fare Yondu!’ e lui tipo: ‘Ca**o, sì!’ e così andarono le cose” ha raccontato Yondu, riferendosi ovviamente al momento in cui scoprì che il suo Merle sarebbe stato fatto fuori da The Walking Dead.

Che dire, siamo certi che i fan Marvel di tutto il mondo saranno grati ad AMC per la scelta di uccidere il personaggio di Rooker! A proposito del primo film della saga, intanto, Chris Pratt ha ammesso il desiderio di far rivivere suo padre per fargli vedere Guardiani della Galassia; recentemente, inoltre, Colin Trevorrow ha spiegato perché rifiutò la regia di Guardiani della Galassia.

speciale

Star-Lord, Groot, Rocket Raccoon, Drax e Gamora: I Guardiani della Galassia

Fonte : Everyeye