Coronavirus, annunciati due nuovi ospedali dedicati all’emergenza: in totale 1000 i posti letti per Covid-19

La Regione Lazio si prepara al peggio sperando nel meglio. Così nella domenica che precede l’inaugurazione del secondo centro dedicato all’emergenza Coronavirus, il Covid 2 Columbus, vengono annunciati due nuove ospedali per affrontare il possibile picco di contagi. 

E’ l’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato ad annunciare le nuove misure. “Ci stiamo attrezzando a scenari peggiori con una fattibilità concreta e operativa di un COVID 3 HOSPITAL di 80 posti letto di cui 28 di terapia intensiva a Roma Sud come ‘spoke’ dello Spallanzani e lo svuotamento di un’intera torre del Policlinico di Tor Vergata (COVID 4 HOSPITAL) da attivare in pochi giorni per ulteriori 80 posti ricollocando la Medicina interna in altre strutture ospedaliere che hanno dato la disponibilità”. 

In totale, continua D’Amato “su Roma ci saranno un totale di 1.000 posti letto dedicati al COVID-19 tra i 550 dei quattro COVID HOSPITAL (covid 1-Spallanzani 257, covid-2 Columbus 133, covid-3 80 e covid-4 PTV 80) cui si aggiungono la rete delle malattie infettive e della pneumologia (400 posti). Con i posti nelle province arriviamo ad una rete complessiva di circa 1.500 posti a disposizione dell’emergenza in tutta la Regione Lazio“.

Oltre ai posti nei centri Covid aumentano quindi anche i posti letto degli altri ospedali. Venti quelli in più all’ospedale dei Castelli, 12 le terapie intensive che da lunedì saranno disponibili all’Umberto I. Presso l’Eastman altri 26 posti di malattie infettive attivi da domani. Novità anche al San Giovanni dove entro il 21 marzo arriveranno altre 4 terapie intensive; dieci invece, entro il 20 marzo, quelle al Sant’Andrea. 

Da domani, 16 marzo, saranno attivi e operativi i primi 21 posti letto di terapia intensiva e 28 posti letto singoli dedicati alle degenze ordinarie e avverrà il trasferimento dei primi pazienti contagiati da Covid19 al momento ricoverati in aree protette presso il Policlinico Gemelli. A regime le terapie intensive diventeranno  59. 

Quanto al personale medico e infermieristico della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS progressivamente impiegato, i posti letto delle degenze ordinarie (specialità infettivologia, pneumologia e medicina interna) disporranno di 20 medici, 65 infermieri e 22 operatori socio sanitari. I 59 posti letto di terapia intensiva vedranno impegnati 48 anestesisti/rianimatori e 180 infermieri. Inoltre, 12 infermieri e 6 operatori socio sanitari saranno dedicati all’accoglienza e all’accettazione dei degenti provenienti dal Pronto soccorso del Gemelli con personale sanitario del Policlinico adeguatamente protetto.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attendi solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Fonte : Roma Today