Tacchetto a pm:trattati bene,no minacce

18.04
“Siamo stati trattati bene. Non ci hanno mai minacciato con le armi,mangiavamo tutti i giorni anche se poco. Il sequestro è stato messo in atto da un gruppo che si è autodefinito jihadista vicino ad Al Qaeda”.
E’ quanto ha raccontato Luca Tacchetto, l’italiano tornato libero assieme alla fidanzata canadese Edith Blais, al pm di Roma Sergio Colaiocco e ai carabinieri del Ros.
Fonte : Televideo