Oddo: “La gente muore e c’è chi pensa di andare a correre… State a casa, idioti”

“La gente muore, i medici sono stremati e c’è chi si preoccupa se può andare a correre… Ma non rompete i coglioni e state a casa!”. Massimiliano Oddo, ex calciatore del Milan e della Nazionale, oggi allenatore, affida a un messaggio postato su Twitter il proprio sfogo per quanto sta accadendo. Il calcio italiano s’è fermato solo perché il Coni prima e un decreto del Governo poi hanno imposto lo stop a tutte le attività agonistiche e “chiuso” il Paese per arginare lo tsunami di contagi da Coronavirus che ha devastato le Regioni del Nord. La Penisola è zona rossa, il cuore dell’Europa è messo a dura prova dalla pandemia. Francia e Spagna stanno per adottare le stesse misure del nostro Paese, il picco è atteso per le prossime settimane e non c’è più tempo da perdere.

Restate a casa è lo “slogan” scandito dalle tv assieme alle raccomandazioni sull’igiene e ad altre prescrizioni da seguire in questo momento molto delicato. Una delle indicazioni più importanti della Presidenza del Consiglio è molto chiara: uscite solo se strettamente necessario, per andare al lavoro oppure non muovetevi. Qualcuno, però, fatica a capire quale sia la portata di ciò che non è un semplice “suggerimento” ma un “ordine” ben preciso per tutelare la salute propria, di tutti.

Ecco perché Massimo Oddo sbotta sui social network quando legge di persone che si lamentano perché non possono scendere per fare una passeggiata né per una “semplice” corsa all’aperto. La reclusione domestica è dura da sopportare e l’ex campione del mondo ha manifestato così su Twitter disappunto.

Ma io dico, gli operatori sanitari si sacrificano per noi, la gente sta morendo, gli ospedali al collasso, e leggo che il problema di tanta gente è se si può andare a correre. Ma non rompere i coglioni e state a casa!! Solo questo ci chiedono.. #stateacasa #coronavirus.

Fonte : Fanpage