Coronavirus, l’Oms lancia la #SafeHands challenge e Twitter un’emoji

“Ci sono molte azioni semplici che tutti devono fare per proteggersi da Covid-19, incluso lavarsi le mani con acqua e sapone”. A spiegarlo in un tweet è l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) che però, per diffondere quanto più possibile nel mondo il messaggio, ha pensato di lanciare una particolare iniziativa social, attraverso la #SafeHands Challenge. La sfida, con un hashtag dedicato che circola già sui social, invita tutti a condividere un video mentre ci si lava le mani correttamente. Taggando quindi tre persone che, a loro volta, dovranno replicare la sfida e coinvolgere altre tre persone allargando quanto più possibile il numero delle persone coinvolte. Nelle scorse ore, tra l’altro, a lanciare un’iniziativa simile è stata anche Gloria Gaynor (IL VIDEO), la cui #Iwillsurvive challenge era stata particolarmente apprezzata dagli utenti del web.

L’emoji su Twitter

Di pari passo con lo sforzo di diffondere il messaggio dell’importanza di lavare correttamente le mani, è arrivata poi una nuova emoji, su Twitter, che rappresenta l’#HandWashing. “Grazie Twitter”, ha scritto il direttore dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, primo a cimentarsi nella nuova #safehands challenge, “speriamo che la nostra sfida possa generare video creativi come lo è la nuova emoji #HandWashing!”. L’emoji delle mani che vengono lavate va ad aggiungersi alle altre correlate al coronavirus, che stanno aiutando la diffusione di messaggi sui social media, tra cui l’immagine di una corona unita a quella del microbo e la faccina con la mascherina.  

Il video del direttore dell’Oms

Come detto, è stato proprio Tedros Adhanom Ghebreyesus, in un video pubblicato anche su Twitter, a lanciarsi nella sfida. Il numero uno dell’Oms è stato filmato mentre spiega gli 11 passaggi necessari per l’igiene delle mani (I CONSIGLI DELLA PROTEZIONE CIVILE). Il video, che ha già totalizzato oltre 700mila visualizzazioni, ha ricevuto più di 11mila like e oltre 8mila retweet in meno di 24 ore, segno che almeno gli utenti del popolare social network di microblogging hanno preso a cuore la sfida. Ghebreyesus, dopo aver girato il video, ha coinvolto, tra gli altri anche Arnold Schwarzenegger. Tra i primi a rilanciare l’iniziativa, l’ex portiere danese del Manchester United Peter Schmeichel e Andrea Radrizzani, proprietario della squadra del Leeds United.

I passaggi corretti

Ma ecco quali sono i passaggi della sfida, così come mostrati da Ghebreyesus. Bisogna cominciare con il bagnare le mani con l’acqua, quindi applicare abbastanza sapone per coprire l’intera superficie delle stesse. Poi occorre strofinare le mani palmo contro palmo, cercando poi di passare il palmo destro, sopra la mano sinistra, intrecciando le dita delle due mani l’una con l’altra. Un’altra operazione utile è quella di mettere le punte delle dita nel palmo della mano opposta, incastrandole, poi quella di strofinare il pollice di una mano inserendola nel pugno della mano opposta. L’ultima manovra consigliata è quella, con le dita racchiuse di una mano, di passarle sul palmo aperto della mano opposta. Infine si devono sciacquare le mani ed asciugare a fondo con una salvietta usa e getta, che prima di essere buttata va utilizzata per chiudere il rubinetto.  

Coronavirus: il plasma dei pazienti g...

Coronavirus: il plasma dei pazienti g...


Fonte : Sky Tg24